Caterina Simonsen si schiera anche contro le staminali: “si al metodo scientifico”

MeteoWeb

1525595_671568629550924_526726305_nSi era espressa anche contro Stamina, con un video e dei post su facebook da cui erano scaturite accese discussioni lo scorso 12 dicembre, Caterina Simonsen, la ragazza di Padova affetta da una rarissima malattia genetica che ha ricevuto insulti e minacce di morte su Facebook per essersi espressa favorevolmente sulla sperimentazione animale. “Io esisto. No a Stamina, si’ al metodo scientifico anche se momentaneamente abbiamo bisogno della sperimentazione animale”, aveva scritto sul popolare social network in occasione della raccolta fondi Telethon, provando anche a spiegare a voce in un breve video “che gli animalisti si sono uniti a Vannoni dicendo di sperimentare sui modelli non animali, Vannoni dice che funzionano e sono perfetti e invece no”.
1148962_10151852310793745_95350326_nLe reazioni dei pazienti, delle famiglie e dei sostenitori del metodo Stamina non si erano fatte attendere, il suo post era stato inondato di commenti, molti che provavano a spiegare la validita’ della metodica ideata da Davide Vannoni, ma la ragazza dopo qualche giorno aveva scelto di esprimersi nuovamente sull’argomento. “Evviva l’Italia che sempre di piu’ perde credibilita’!”, era infatti il suo commento alla bocciatura del metodo Stamina da parte della rivista Nature: Caterina postava in quel caso anche il link all’articolo intitolato “Stem Cell fiasco must be stopped” (il fiasco delle staminali deve essere fermato).