Freddo e maltempo in Medio Oriente, ancora strade bloccate per il ghiaccio intorno a Gerusalemme

MeteoWeb

neve gerusalemme (5)Il Medioriente è ancora nella morsa del maltempo. Molte delle strade di Gerusalemme restano bloccate dalla neve, ghiaccio e alberi crollati e circa ottomila case in Israele sono ancora senza energia elettrica. Le scuole di Gerusalemme restano chiuse e i trasporti pubblici funzionano solo parzialmente. La tempesta era iniziata mercoledì scorso ed era proseguita per quattro giorni, facendo cadere fino a 60 centimetri di neve e costringendo circa 40mila abitanti della Striscia di Gaza a lasciare le loro case a causa di allagamenti. Oggi hanno riaperto alcune delle scuole e degli uffici governativi a Gaza e il primo ministro Ismail Haniyeh ha annunciato che le autorità risarciranno i residenti le cui case sono state danneggiate. Nel fine settimana Israele aveva inviato nella Striscia il primo carico di carburante da 45 giorni, nonché quattro pompe per l’acqua. Il rifornimento è stato finanziato dal Qatar. Secondo funzionari di Gaza, gli abitanti della regione potranno ora contare su circa 12 ore di elettricità al giorno, a fronte delle attuali sei ore.