Salute, gli esperti sui cellulari accesi anche di notte: “è nocivo per il corpo, assolutamente da bandire”

cellulariSchermi attivi anche di notte, pur con la suoneria piu’ bassa o sostituita dalla vibrazione, per 8 cellulari su 10, con conseguenze anche pesanti sulla qualita’ del sonno dei ‘patiti del telefonino’. Secondo un sondaggio dell’inglese Ofcom, meta’ dei proprietari di smartphone li utilizza come sveglia e per questo li lascia accesi tutta la notte. Altri semplicemente non possono fare a meno di controllare mail e messaggi anche al buio. Ma i medici avvertono: e’ un’abitudine altamente nociva per il riposo di cui abbiamo bisogno e che puo’ portare anche a insonnia.  Sul ‘Daily Mail’ Guy Meadows, specialista della Sleep School di Londra, suggerisce di lasciare il telefonino in cucina durante la notte, perche’ dormire con il cellulare vicino al letto puo’ causare anche capogiri e mal di testa. Il problema principale e’ legato alla luce degli schermi, oggi molto forte per l’alta qualita’ dei telefoni moderni, che se ‘proiettata’ nel cuore della notte rischia di farci risvegliare e renderci altamente vigili, con problemi a riaddormentarci e a riposare abbastanza per essere attivi il giorno dopo. La luce puo’ anche interferire con il ritmo circadiano e con la giusta secrezione di ormoni essenziali per il bilanciamento della fase sonno/veglia, la melatonina e il cortisolo. Secondo Charles Czeisler, docente di Medicina del sonno della Harvard University, anche pochi secondi di luce emessa dal telefonino nel momento sbagliato possono far credere al nostro corpo che sia ora di alzarsi, stimolando la retina, che trasmette i segnali visivi al cervello. In piu’, la luce emessa da telefonini e tablet contiene anche delle sfumature blu, che sono quelle con un effetto stimolante maggiore. E spesso e’ un cane che si morde la coda: quattro persone su 10 dicono di controllare il proprio smartphone se hanno problemi a dormire, generando un circolo vizioso di sonno disturbato.