Polpo Dumbo: viaggio negli abissi alla scoperta di una delle creature più strane del pianeta

MeteoWeb

POLPOSin da bambini abbiamo sognato animali terribili o, semplicemente, “molto particolari” e a rendere il quadro ancora più spettrale, sono state spesso le storie raccontateci prima di andare a letto. Tra gli animali più strani ed ancora poco conosciuti del mondo, troviamo il polpo Dumbo (Grimpoteuthis bathynectes), che vive in acque profonde 3-4 mila metri (alcuni esemplari si spingono addirittura a 7.000 metri) sotto il livello del mare ed è dotato di 2 grandi pinne ai lati della testa che ricordano le orecchie del celebre elefantino Dumbo di Walt Disney.

POLPO 3Questa buffa specie di polpo che, a parte le “orecchie” non ha nulla dell’elefantino simpatico, dai tenerissimi occhi blu del celebre cartoon, senza gambe e coda, ma con 8 tentacoli dotati di una sola fila di ventose e 2 file di cirri, in grado di creare una corrente per portare più agevolmente le prede verso la bocca, è stata scoperta nel 2009, nel corso di una spedizione nella Dorsale Medio-Orientale Atlantica del Census of Marine Life, un censimento marino in cui sono state scoperte circa 18.000 specie viventi al di sotto dei 200 metri e può modificare la trasparenza della sua pelle a piacimento, camuffandosi nelle acque oscure, muovendosi lentamente sul fondale marino in cerca di crostacei, vermi, lumache di mare e molluschi bivalvi, ingoiando intere le sue prede.

POLPO 2Mentre la maggior parte dei molluschi possiede la radula, che gioca un ruolo fondamentale per la presa e la triturazione del cibo, il polpo Dumbo ce l’ha ridotta o addirittura non la presenta, per cui non può lacerare la preda, ma deve mangiarla intera. L’originalissima creatura, col corpo morbido e semi-gelatinoso, nuota lentamente per risparmiare al massimo le sue energie ed è assai raro da avvistare. Si sposta utilizzando in modo sincronizzato le pinne sul capo e il sistema di propulsione tipico dei polpi; mentre, quando è sul fondo striscia, contraendo e allungando i tentacoli che spesso mantiene arrotolati. I tentacoli, però, possono servirgli per una spinta iimprovvisa, consentendogli di fuggire dai predatori. Si crede che esistano diverse specie di Polpo Dumbo diffuse negli abissi di tutto il mondo, e che abbiano tutti aspetto e forme simili; ma non si hanno ancora molte altre notizie sull’animale, a parte quelle raccolte dagli studi sulle poche carcasse ritrovate per caso dai pescatori. Pare che le femmine depongano le uova in continuazione, senza alcun periodo specifico di riproduzione. Il polpo Dumbo, il cui esemplare più grande mai registrato era di 1,8 m di lunghezza, e 5,9 kg di peso,  è senza ombra di dubbio uno degli animali più stravaganti del pianeta.