Animali: stagione record, 10 mila coppie di fenicotteri a Molentargius

MeteoWeb

fenicotteri rosaUna stagione da record per i fenicotteri rosa. “Dalle prime stime risulta che nel Parco di Molentargius siano presenti 10mila coppie nidificanti. Il 40% in piu’ rispetto allo scorso anno. Un successo”, lo ha detto Alessandro Sanna, direttore dell’ente Parco Molentargius-Saline in una conferenza stampa. “Un miracolo della natura che si ripete dal ’93 quando per la prima volta in Italia nidificarono e nacquero circa duemila pulli. La nidificazione e’ avvenuta con successo ed e’ ancora in corso. Lo spettacolo e’ sotto gli occhi di tutti. Molentargius, assieme a Santa Gilla si conferma tra i piu’ importanti siti di nidificazione nel Mediterraneo – ha aggiunto Vincenzo Tiana, presidente Associazione Parco Molentargius – ha tutti i numeri per diventare un’importante risorsa turistica. Ci vuole ora maggior impegno da parte di tutte le istituzioni”. Secondo Sanna ha inciso la situazione sfavorevole in altri siti che ha orientato i fenicotteri verso la Sardegna, “inoltre hanno facilitato l’insediamento della colonia anche i lavori del progetto Life Natura, primo passo per la sua riqualificazione”, ha precisato. Questa mattina, inoltre, ha visitato il Parco il neo assessore regionale della Difesa dell’ambiente, Donatella Spano: “Un fiore all’occhiello non solo della Sardegna ma a livello internazionale”, ha detto. Il presidente Ente Parco e sindaco di Quartu, Mauro Contini, ha aggiunto: “Il Parco vive grazie ai finanziamenti regionali, 20 milioni di euro stanziati nel 2012 di cui si stanno avviando adesso i progetti preliminari. E’ importante aprire un confronto con l’Assessorato regionale dell’ambiente sulle prospettive del Parco”. Mentre il sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, ha ribadito come questo patrimonio ambientalistico costituisca un elemento importante per la candidatura di Cagliari capitale europea della cultura. Infine il direttore del Servizio Ispettorato ripartimentale del Corpo Forestale di Cagliari, Giuseppe Delogu, ha ricordato come anche il Corpo sia presente con una stazione fissa all’interno del Parco per il controllo delle violazioni in materia di incendi, rifiuti e urbanistica.