Alluvione Parma: coinvolte 9.000 persone

MeteoWeb

parma05L’esondazione del torrente Baganza a Parma ha inondato palazzi per un migliaio di numeri civici, coinvolgendo 9.000 cittadini: nessuno e’ rimasto ferito e sono 17 le persone che hanno chiesto e ottenuto di essere assistite. Lo ha precisato il sindaco Federico Pizzarotti, facendo il punto della giornata in un video postato su youtube. “Il Baganza non era mai straripato cosi'”, ha aggiunto tra l’altro, rilevando che “ora bisogna intervenire con decisione per la cassa di espansione anche qui: ci ha salvato la cassa di espansione dell’altro torrente, la Parma. Ogni aiuto e’ bene accetto – ha proseguito – poco fa un’azienda ci ha donato stivali di gomma, quel che produce”. Per Pizzarotti la citta’ deve essere “orgogliosa” dell’impegno “corale” con cui ha risposto all’emergenza e tra cittadini, istituzioni, volontari e soccorsi, “ogni forza”, ha detto, e’ stata coinvolta, terminando con un “grazie a tutti”. Nel frattempo, la luce e’ tornata in buona parte del quartiere allagato: Iren ha rilevato gravi danni in 14 cabine elettriche che servono circa 4.000 utenze, “ne sono rimaste 4 non ancora funzionanti, ma due sono in fase di attivazione, mentre le altre due sono ancora invase dall’acqua”. Danni anche ai contatori individuali. Per il gas la multiutility non ha “riscontrato alcun problema particolare”, cosi’ come “per l’acqua potabile nessun problema e’ stato segnalato”. Comunque, tecnici e idrovore continueranno a lavorare tutta la notte. L’Universita’ di Parma, da ieri e fino alle 17 di oggi con il sistema telefonico e internet in blackout, annuncia che domani “sara’ regolarmente aperta”.