Astronomia: la sonda Cassini osserva Titano con nuovi occhi [FOTO]

/
MeteoWeb

Cassini ha mappato quasi la metà della superficie di Titano, rivelato dune di sabbia, mari di idrocarburi. Cos’altro potrebbe svelare ancora?

TitanoDurante gli ultimi dieci lunghi anni di scoperte, la sonda Cassini della NASA ha tolto il velo di mistero che circondava Titano, la luna più grande di Saturno. I suoi strumenti hanno mappato quasi la metà della sua superficie, rivelato dune di sabbia, mari di idrocarburi. Cos’altro potrebbe svelare ancora?

Innanzitutto può fornirci informazioni, o meglio, immagini radar, più dettagliate: grazie ad una tecnica recentemente sviluppata, il “despeckling”, vengono prodotte immagini della superficie di Titano che sono molto più definite e semplici da osservare rispetto a quelle che gli scienziati erano soliti studiare.