Un superflare del Sole sarebbe “devastante e disastroso per la vita sulla Terra”

MeteoWeb

L’allarme è stato lanciato da degli astronomi che hanno osservato su una stella un superflare con caratteristiche spaventosamente simili a quelli noti

Un “superflare” generato dal Sole potrebbe rilasciare un’energia equivalente a quella di una bomba nucleare da un miliardo di megatoni e minacciare tutti i sistemi di comunicazione ed energia della Terra. L’allarme è stato lanciato da degli astronomi che hanno osservato su una stella un superflare con caratteristiche spaventosamente simili a quelli noti. Dato che la fisica alla base di entrambi sembra essere la stessa, ciò suggerisce che il Sole potrebbe potenzialmente produrre un superflare 1000 volte più potente di quelli finora generati.

sun-m7-3-flare-zoomI flare si verificano quando l’energia magnetica che si accumula nell’atmosfera solare viene rilasciata improvvisamente, causando un’immensa eruzione di radiazioni. Secondo Chloe Pugh, a capo del team di ricerca della University of Warwick, “se il Sole producesse un superflare, sarebbe disastroso per la vita sulla Terra; i nostri sistemi GPS e di comunicazione radio verrebbero severamente danneggiati e potrebbero verificarsi blackout su larga scala come risultato di correnti elettriche molto forti indotte nelle reti elettriche“. “Fortunatamente è estremamente improbabile che sul Sole si verifichino le condizioni necessarie per un superflare, basandoci su osservazioni dell’attività solare.”

Il superflare studiato dal team è avvenuto sulla stella binaria KIC9655129: grazie ai dati del telescopio Kepler, gli scienziati hanno scoperto che aveva delle proprietà identiche a quelle osservate nei flare della nostra stella.  Anne-Marie Broomhall, co-autrice dello studio della University of Warwick ha dichiarato: “Il risultato dello studio è un’indicazione del fatto che in entrambi i tipi di flare sono coinvolti gli stessi processi. La scoperta supporta l’ipotesi che il Sole sia in grado di produrre un superflare potenzialmente devastante.”