Zika: l’insetticida può essere utilizzato anche in gravidanza

MeteoWeb

Il Deet, ovvero il più importante componente di molti antizanzara, è sicuro per l’uso anche in gravidanza, purché non si esageri con le dosi. A sostenerlo sono diversi esperti, che al New York Times hanno spiegato come i benefici nella protezione da Zika e dagli altri virus trasmessi dagli insetti siano maggiori di eventuali rischi, che però non sono mai stati dimostrati. Anche se la questione è stata affrontata da pochi studi, i risultati sono concordi nel dire che non sembra esserci rischio per il feto se l’insetticida è usato in gravidanza. Una analisi nel 2001 in Thailandia su 2mila mamme ha trovato che l’applicazione quotidiana nel secondo e terzo trimestre non influisce sullo sviluppo del feto, e tracce della sostanza sono state trovate nel sangue del cordone ombelicale solo di 50 donne.

 “Anche se non ci sono molti studi – commenta al quotidiano Laura Riley, esperta di gravidanze ad alto rischio del Massachussets General Hospitalha senso usare il Deet per proteggersi da qualcosa che invece sappiamo essere pericoloso“. Il virus Zika è trasmesso dalle zanzare Aedes Albopictus e Aedes Aegypti, che sono portatrici anche di altri virus pericolosi, come quello della febbre gialla. E per fare fronte a Zika il governo Usa sta per annunciare il ‘cambio di destinazione’ di 600 milioni di dollari inizialmente destinati all’emergenza Ebola, che si è appena conclusa.