Gastroenterite, è boom in estate: sintomi, cura e prevenzione

MeteoWeb

La gastroenterite, molto frequente in estate,  è un’infiammazione dello stomaco e dell’intestino che può innescata da diverse cause: virus, batteri, parassiti, tossine batteriche, prodotti chimici, farmaci, intolleranze alimentari.

SINTOMI: Tra i sintomi più comuni di gastroenterite diarrea acquosa,  crampi e dolori addominali, nausea e/o vomito, dolori muscolari o mal di testa sporadici, febbre lieve, astenia (debolezza, spossatezza) e un senso di malessere generale.

CURA E PREVENZIONE: Spesso per risolvere il problema è sufficiente sospendere l’alimentazione, riposare e reidratarsi. Per calmare il vomito, in alcuni casi, vengono prescritti antiemetici per via orale o per via iniettiva. Le gastroenteriti batteriche possono richiedere la somministrazione di antibiotici non assorbibili a livello gastrointestinale, oppure sistemici (nei casi più gravi), che andranno prescritti dal medico. Meno frequentemente è necessario il ricovero in ospedale e una reidratazione attraverso flebo

PGASTROENTERITEer prevenire la gastroenterite occorre adottare piccoli accorgimenti: bevete acqua in bottiglie sigillate, evitando il ghiaccio che potrebbe essere contaminato; non assumete verdura cruda (potrebbe essere stata lavata con acqua contaminata), sbucciate sempre la frutta, evitate i venditori ambulanti (le merci potrebbero essere mal conservate); evitate di tenere la spesa nel bagagliaio per molte ore,  cuocete bene i cibi  in modo che tutte le parti, anche le più interne, raggiungano una temperatura di almeno 65°C, prestando attenzione agli arrosti e ai prodotti con farcitura.

GASTROENTERITE 1Ponete immediatamente in frigo gli alimenti cotti  che non volete consumare subito, surgelando il cibo che deve essere conservato per lungo tempo.  In caso di gastroenterite, lasciate riposare lo stomaco, mangiando lentamente un ghiacciolo o sorseggiando acqua a piccoli sorsi. La reidratazione  è fondamentale per cui si  a brodini e bevande energetiche senza caffeina. Riabituatevi a mangiare, cominciando dai cibi in bianco, facili da digerire (es. crackers, pane tostato, riso, pollo, banane).  Riposatevi per risollevarmi dalla stanchezza e della debolezza provocate dalla gastroenterite.