Portogallo, geografia e curiosità su questo paese della Penisola iberica

MeteoWeb

Il Portogallo è oggi sui giornali di tutta Europa dopo la qualificazione alla finale degli Europei di calcio 2016, dopo la vittoria di ieri contro il Galles. Questo paese dell’Europa occidentale però, rimane spesso fuori dalle cronache. Scopriamone qualche curiosità.

Il Portogallo si trova geograficamente nella Penisola iberica, che condivide insieme alla Spagna. E’ un paese piuttosto piccolo, con una superficie di 88.790 km quadrati, che diventano quasi 92.000 se si conta anche il territorio insulare di Madeira e delle Azzorre, situate a centinaia di chilometri di distanza nell’Atlantico. La sua capitale è Lisbona, con circa mezzo milione di abitanti. Altre città importanti sono Porto, Coimbra, Braga.

Insieme all’Irlanda è uno dei paesi più occidentali del continente europeo. Utilizza infatti il fuso orario di Irlanda e Regno Unito, nei mesi invernali l’UTC+0 corrispondente all’ora di Greenwich. La vicina Spagna dovrebbe fare altrettanto, ma utilizza il fuso orario di Roma e Parigi per un curioso motivo,  anche se sta iniziando a pensare di tornare al fuso originario.

Il Portogallo confina unicamente con la Spagna ed è bagnato dall’oceano Atlantico, non dal Mediterraneo. Dal punto di vista geografico è quindi sbagliato definirlo un paese del Mediterraneo, nonostante questa “etichetta” sia legata anche ad alcune somiglianze con gli altri paesi del sud Europa e dal clima (che però risente moltissimo dell’influenza dell’Atlantico).

Il Portogallo è una Repubblica, ed è uscito da una lunghissima dittatura il 25 aprile del 1974, con una rivoluzione senza spargimento di sangue che è ricordata come “rivoluzione dei garofani”. Il Portogallo condivide con l’Italia il 25 aprile come festa della Liberazione.

In Portogallo le montagne più alte  non raggiungono i 2000 metri di altitudine. La catena più alta è quella della Serra da Estrela, nel nord. Son presenti altopiani, ultime propaggini dei vasti altopiani della Spagna, dorsali appiattite antichissime, coste frastagliate spettacolari. La natura in Portogallo è affascinante.

porto portogalloIl paese è soggetto ad una elevata sismicità specialmente nel centro-sud, per la vicinanza del confine fra la placca Eurasiatica e Africana. I portoghesi ancora ricordano il dramma del terremoto di Lisbona del 1755.

I fiumi più importanti sono il Douro (in spagnolo Duero), il Tejo, Guadiana e Minho. Tutti questi fiumi nascono in Spagna e sfociano sulle coste portoghesi. I due paesi condividono quindi importanti fiumi.

La popolazione del Portogallo è di circa 10,46 milioni di abitanti. L’economia si è sviluppata a partire dagli anni ’80 permettendo al paese di uscire dal sottosviluppo e dall’estrema povertà in cui si trovava. Negli ultimi anni questa situazione di recuperato benessere è stata fortemente compromessa dalla crisi economica mondiale iniziata nel 2008, cui sono seguite politiche di austerità molto pesanti, che hanno fatto riemergere antichi problemi di povertà ed emarginazione sociale.