Afghanistan: la coltivazione del papavero da oppio cresce del 10%

MeteoWeb

I terreni coltivati a papavero da oppio in Afghanistan sono aumentati del 10%, a 201mila ettari, nel 2016, emerge dal rapporto annuale dell’Ufficio dell’Onu per il controllo degli stupefacenti e la prevenzione della criminalità (Unodoc) in cui si prevede un aumento del 30 per cento dei raccolti e della produzione di oppio del 43 per cento, a 4.800 tonnellate. L’aumento è dovuto alle condizioni meteo favorevoli, alla perdita di controllo della sicurezza da parte del governo e al calo del sostegno della comunità internazionale alle operazioni contro gli stupefacenti (le operazioni per lo sradicamento delle coltivazioni sono scese del 91 per cento e nel corso di tali operazioni lo scorso anno sono morte otto persone e sette sono rimaste ferite). La provincia di Helmand è quella che rende conto della metà della produzione nazionale.