Clima: rinviato l’incontro alla Casa Bianca sul futuro dell’Accordo di Parigi

MeteoWeb

E’ stato rinviata la riunione fissata oggi alla Casa Bianca per discutere il futuro della permanenza degli Stati Uniti nell’Accordo di Parigi sul clima. E’ la seconda volta che la riunione viene spostata, a conferma del fatto che non sono state superate le profonde divisioni in seno alla squadra del presidente Donald Trump riguardo alla politica sul clima. Non è stata indicata una nuova data per l’incontro, anche se ancora si attende per i prossimi giorni, forse anche in settimana, la decisione finale di Trump. Intanto, emerge sempre di più il ruolo della figlia Ivanka alla guida della fazione che chiede di ritirarsi dall’accordo ma di rinegoziarlo. Su questa linea pragmatica è affiancata, oltre che dal marito Jared Kushner, dal segretario di Stato, Rex Tillerson, e quello all’Energia, Rick Perry. E, secondo quanto è stato rivelato nei giorni scorsi, Trump avrebbe affidato proprio alla figlia il compito di rivedere il contenuto dell’accordo in vista della conferenza internazionale che si aprirà il 18 maggio a Berlino per l’applicazione dell’accordo. Sul fronte opposto vi è lo stratega oltranzista Steve Bannon, con il sostegno dell’uomo che Trump ha scelto per difendere l’Ambiente, il capo dell’Epa Scott Pruit ad insistere sulla necessità di ‘deliver’, cioè mantenere la promessa elettorale di ritirare gli Stati Uniti dall’accordo firmato da Barack Obama, smantellando così un’altra delle principali eredità lasciate dal presidente democratico.