Residuato bellico a Cesi: domenica quasi 11mila evacuati

A Cesi (Terni) nella giornata di domenica si procederà alle operazioni di bonifica del residuato bellico da 250 libbre ritrovato mercoledì nei pressi della stazione: sarà necessario evacuare circa 10.750 persone, residenti in un raggio di 1.680 metri dal punto di stazionamento dell’ordigno.
L’evacuazione avra’ inizio alle 6 e dovra’ essere completata entro le 9, per consentire il despolettamento dell’ordigno in loco e poi il suo trasporto nella cava San Pellegrino di Narni, dove sara’ fatto brillare.
Nella zona del ritrovamento della bomba – contenente 58,5 chili di amatolo, una miscela di tritolo e nitrato di ammonio – sarà interdetto il traffico aereo nello spazio sovrastante fino ad una altitudine di 1.261 metri. Le operazioni saranno coordinate dal Centro coordinamento soccorsi, costituito dai rappresentanti di tutti i comandi, enti e uffici interessati e presieduto dal prefetto Paolo De Biagi.