Tutto pronto per l’eclissi solare totale: una guida completa all’evento, tutte le INFO utili e le curiosità

Mancano poche ore all'evento astronomico dell'anno, già ribattezzato come la “Grande Eclissi sudamericana”: ecco tutto quello che c'è da sapere sull'unica eclissi solare totale del 2019

MeteoWeb

Oggi, milioni di persone in Sud America potranno vedere il giorno trasformarsi in notte per qualche minuto quando la luna passerà davanti al sole. La cosiddetta “Grande Eclissi sudamericana” sarà l’unica eclissi solare totale del 2019. Durante l’evento, la luna proietterà un’ombra scura su parti di Cile ed Argentina quando bloccherà la luce del sole. I Paesi vicini, invece, potranno ammirare un’eclissi parziale. Ecco allora una guida completa all’evento astronomico dell’anno.

Cos’è un’eclissi solare?

Circa ogni 18 mesi, la luna si incrocia con il sole nel cielo, bloccando momentaneamente la vista del sole. Mentre l’ombra della luna si muove su una parte del pianeta, le località nel percorso dell’ombra possono vivere pochi secondi o diversi minuti di penombra, a seconda della loro vicinanza al centro della linea di totalità o della traiettoria dell’ombra della luna sul pianeta.

Sipa Usa/LaPresse

Esistono altri due tipi di eclissi solari (parziale e anulare) durante le quali la luna non blocca totalmente il disco solare. Durante un’eclissi parziale, la luna passa solo su una parte del sole, facendo sembrare come se qualcuno avesse dato un morso alla nostra stella. Durante un’eclissi anulare, la luna passa direttamente davanti al sole, ma appare troppo piccola per coprirlo interamente. Ecco perché in questo caso si parla di eclissi ad “anello di fuoco”. Questo avviene perché la distanza della luna dalla Terra non è costante. L’orbita della luna è ellittica e non circolare e quando è più distante dal nostro pianeta, appare più piccola nel cielo. Quindi, le eclissi anulari presentano lo stesso allineamento tra il sole e la luna, ma non bloccano tutta la luce solare.

Eclissi solare: come le antiche culture del mondo spiegavano il fenomeno tra miti, leggende e superstizioni

Dove sarà visibile l’eclissi?

Il percorso di totalità, dove si potrà ammirare l’eclissi solare totale, è una striscia di terra ampia 200km che inizia nei pressi di La Serena, in Cile, e che termina a sud di Buenos Aires, in Argentina. In Uruguay, Paraguay, Ecuador e Brasile sarà visibile un’eclissi parziale. La maggior parte dell’evento si verificherà sul Pacifico, ma terminerà con uno spettacolare tramonto sulla costa orientale del Sud America.

A che ora si verificherà?

La luna sembrerà stabilire il primo contatto con il sole sul Pacifico alle 12:55ET (le 18:55 in Italia). Questo sarà l’inizio della fase parziale dell’eclissi. La totalità sarà vista prima sull’Isola Oeno, un territorio britannico nel Pacifico meridionale, alle 20:24 (ora italiana). A La Serena, la totalità inizierà alle 21:39 (ora italiana). Prima di questo, la città vedrà un’eclissi parziale per oltre un’ora.

E’ il giorno dell’eclissi solare totale: pronti per lo spettacolo? Ecco tutte le dirette streaming [VIDEO LIVE]

Quali pianeti e stelle appariranno?

GioveUna delle cose da vedere quando il sole sarà completamente nascosto è la comparsa di stelle e pianeti in quello che fino a pochi istanti prima era stato un cielo diurno. Il sole sarà nella costellazione dei Gemelli. Quando è totalmente eclissato e il cielo diventa buio, Venere è sempre il pianeta più evidente nel cielo. In questo caso, Venere sarà situato 12 gradi in basso a sinistra rispetto al sole, 4 gradi sull’orizzonte occidentale-nordoccidentale. Probabilmente inizierà a diventare più evidente 10 minuti dopo l’inizio della totalità.

Il secondo oggetto più luminoso sarà quasi diametralmente opposto a Venere e si troverà appena sopra l’orizzonte orientale-sudorientale: sarà Giove. Altri due pianeti brilleranno in alto a destra del sole in eclissi (circa 20-25 gradi): Marte e Mercurio. Mercurio sarà il più luminoso dei due.

Tra le stelle, Sirio, la più luminosa di tutte, brillerà a un terzo della strada dall’orizzonte occidentale, mentre a metà strada nella parte sudoccidentale del cielo, apparirà Canopo, seconda in luminosità solo a Sirio. A metà strada nella parte sudorientale del cielo potranno apparire Alfa Centauri e Beta Centauri, così come le 4 stelle che formano la Croce Meridionale. Ci sarà la possibilità di osservare le due stelle più luminose, Acrux e Becrux, durante la totalità.

Nonostante possa essere divertente osservare pianeti e stelle luminose apparire improvvisamente durante la totalità, sarebbe di certo un peccato concentrarsi su questo invece che sull’evento principale, ossia la corona solare.

Come osservare l’eclissi in sicurezza

Lapresse / Reporters

Anche nel caso di un’eclissi solare, vale la vecchia regola di non guardare direttamente il sole. Durante la totalità, quando il sole è completamente nascosto alla nostra vista, si possono togliere gli occhiali per l’eclissi e guardare la bellissima corona del sole. Ma questo è l’unico momento in cui è sicuro guardare la nostra stella senza un’adeguata protezione degli occhi. A parte questo breve momento, è indispensabile indossare la giusta protezione quando si guarda il sole. Non farlo potrebbe provocare danni alla vista a lungo termine o persino permanenti.

Gli occhiali per l’eclissi sono il modo più comune per proteggere gli occhi. Al momento dell’acquisto, controllare sempre che siano certificati ISO perché potrebbero non essere sicuri. È anche possibile riutilizzare occhiali acquistati in occasioni precedenti, ma questi non devono aver riportato danni nel tempo.

Curiosità sull’eclissi

  • Gli osservatori nelle località migliori vivranno 4 minuti e 33 secondi di totalità. Con la Terra vicina all’afelio e la luna vicina al perigeo, è quasi il doppio della durata dell’eclissi del 2017.
  • Le temperature potrebbero scendere di oltre 12°C.
  • Si tratta dell’eclissi più grande di sempre per gli astronomi. 3 osservatori mondiali, incluso il Gemini South di 8 metri, vivranno la totalità.
  • È un’occasione unica per acquisire una conoscenza scientifica ineguagliabile. Durante la totalità, sarà possibile raccogliere dati sull’imaging coronale, sulla spettroscopia, sulla polarizzazione e sulla linea di emissione.

Astronomia, Luglio sarà un mese pieno di eventi imperdibili: 2 eclissi, 2 sciami meteorici in coppia e Saturno protagonista [INFO]