La rotazione terrestre sta rallentando e potrebbe causare grandi terremoti

"La correlazione tra la rotazione della Terra e l’attività sismica è forte e suggerisce che ci sarà un aumento nel numero di terremoti intensi", sostengono gli esperti

MeteoWeb

La rotazione della Terra sta rallentando. La gravita del satellite mantiene sotto controllo la rotazione terrestre e per fare questo l’orbita lunare deve essere leggermente davanti a quella della Terra. Mentre la luna tenta di regolare la rotazione della Terra e rallentarla, si allontana leggermente.

Matthew Funke, esperto del Jet Propulsion Laboratory della NASA, ha affermato: “La gravità della luna crea una protuberanza mareale sulla Terra. Questa protuberanza tenta di ruotare alla stessa velocità del resto del pianeta. Mentre si muove “davanti” alla luna, la luna tenta di tirarla indietro. Questo rallenta la rotazione terrestre. Una delle regole dell’universo è che il “momento angolare” non può andare ovunque, anche se singole parti accelerano, rallentano o cambiano direzione, la somma totale del momento angolare non può cambiare. La Terra perde momento angolare quando la luna la rallenta, quindi la luna deve acquistarla e lo fa, allontanandosi ulteriormente nella sua orbita. Attualmente la luna si sta allontanando dalla Terra di circa 38mm all’anno”.

terra interno struttura pianetaQuesto potrebbe portare grandi terremoti. Un globo che ruota più lentamente porta a terremoti più forti e più frequenti. Il motivo esatto non è ancora chiaro, ma gli esperti credono che sia dovuto ai cambiamenti nel nucleo della Terra, che alla fine hanno un effetto sulla superficie. Lo studio di Roger Bilham dell’Università del Colorado Boulder e di Rebecca Bendick dell’Università del Montana ha analizzato terremoti di magnitudo superiore a 7 dal 1900. La coppia ha scoperto 5 anni dall’inizio del XX secolo in cui ci sono stati molti più terremoti di magnitudo pari o superiore a 7. Si tratta di anni in cui la velocità della rotazione terrestre aveva rallentato leggermente.

Bilham ha detto: “In questi periodi, ci sono stati tra i 25 e i 30 intensi terremoti all’anno. Nel resto del tempo, la cifra media era di circa 15 grandi terremoti all’anno. La correlazione tra la rotazione della Terra e l’attività sismica è forte e suggerisce che ci sarà un aumento nel numero di terremoti intensi”.

Tuttavia, non si prevede che accada per miliardi di anni, secondo il fisico Paul Walorski, che ha spiegato: “Il rallentamento della rotazione della Terra determina giornate più lunghe e mesi più lunghi. Si prevede che accada quando il giorno e il mese saranno entrambi uguali a 47 giorni attuali, miliardi di anni in futuro”.