Mal d’autunno: un aiuto da rodiola e ginseng. Attenzione alla carenza di vitamina C, D e zinco

Nervosismo, malumore e sonnolenza si manifestano con frequenza maggiore in autunno: seguendo alcuni semplici consigli è possibile scongiurare il rischio

MeteoWeb

L’autunno porta con sé un calo delle temperature e una diminuzione delle ore di luce, dovuta alle giornate che via via si accorciano, enfatizzata ancor più dall’introduzione dell’ora legale: nell’organismo va a crearsi un piccolo “jet-lag” che altera il ritmo circadiano e rende difficile dormire bene e sentirsi riposati.
Nervosismo, malumore e sonnolenza si manifestano con frequenza maggiore: seguendo alcuni semplici consigli è possibile scongiurare il rischio tristezza, stanchezza e spossatezza.
Ecco le 3 “regole d’oro” della dott.ssa Giovanna Geri, farmacista e nutrizionista:

  • Dormire con regolarità. Il magnesio che favorisce distensione nervosa e rilassamento muscolare. Al mattino il giusto sprint con rodiola e ginseng.
  • Rinforzare le difese immunitarie con vitamina C, zinco, vitamina D3 e un buon probiotico.
  • Mangiare molta frutta e verdura di stagione.

Dormire con regolarità è fondamentale, almeno sette ore per notte – spiega la dott.ssa Giovanna Geri, farmacista, nutrizionista e co-fondatrice della startup Vitamina, la prima piattaforma italiana di integratori alimentari personalizzati, 100% made in Italy e consegnati a domicilio – Il sonno è un fattore molto importante per mantenere in salute corpo e mente. Un integratore come il magnesio favorisce distensione nervosa e rilassamento muscolare. Durante la giornata, poi, cercare di mantenersi attivi, magari aiutandosi con rodiola e ginseng al risveglio, dopo colazione. Entrambi sono tonici psico-fisici: la rodiola possiede maggiore attività a livello mentale, agendo come modulatore nella secrezione di molti neurotrasmettitori, tra i quali la serotonina, il ‘neurotrasmettitore del buon umore’, mentre il ginseng è un antistress che migliora la resistenza alla fatica e alla stanchezza quotidiana“. “Per tenere sempre in forma le difese immunitarie occorrono vitamina C, zinco, vitamina D3 e un buon probiotico. La vitamina C, è un potente antiossidante che aiuta l’organismo a difendersi dagli agenti patogeni; lo zinco regola il sistema immunitario e una sua carenza può causare suscettibilità alle infezioni, inoltre contrasta lo stress ossidativo, rallentando così l’invecchiamento cellulare; la vitamina D3 esercita un’azione immunomodulatoria, antinfiammatoria e di regolazione. Tra i sintomi più comuni della sua carenza ci sono stanchezza, dolori e debolezza muscolare, suscettibilità a infezioni e malattie. Ultimo, non certo per importanza, il probiotico: i fermenti lattici rinforzano non solo l’intestino ma l’intero organismo, proteggendolo dalle aggressioni esterne“. “Possono sembrano banali consigli ma con il cambio stagione è importante mangiare molta frutta e verdura. L’autunno in questo ci offre una grande varietà, come: bietole, spinaci, zucche, cicoria, carciofi, agrumi, mele e pere“, conclude la nutrizionista.

Mal d’Autunno: tristezza, stanchezza e malumore i sintomi più comuni. Ci sono 2 rimedi semplici ed efficaci

Vitamina D: in estate si assume “al sole” e in autunno “a tavola”, si trova in un alimento molto amato