Previsioni Meteo Inverno, gli ultimi aggiornamenti: lo Stratwarming potrebbe cambiare le sorti della stagione [MAPPE]

Previsioni Meteo, mancano 10 giorni all'inizio dell'inverno meteorologico e i modelli hanno pubblicato i loro aggiornamenti: attenzione allo Stratwarming

/
MeteoWeb

Ci stiamo avvicinando al mese di dicembre, che segna l’inizio dell’inverno meteorologico, e i modelli hanno pubblicato i loro ultimi aggiornamenti sulla prossima stagione, da dicembre a febbraio. Ci concentriamo in particolare sui 4 modelli principali e più usati nel mondo (vedi mappe della gallery scorrevole in alto, grafici del progetto Copernicus Climate EU), attraverso l’analisi di Severe Weather Europe.

Le previsioni di ECMWF (Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine)

Le previsioni dell’altezza geopotenziale a 500hPa non differiscono molto da quelle del mese precedente. Vediamo una profonda bassa pressione sul Nord Atlantico, circondata da alte pressioni dal Pacifico orientale all’Atlantico e all’Europa, che costituiscono un classico pattern da NAO positiva. Questo significa condizioni di vento e pioggia in Regno Unito e Scandinavia e condizioni miti sull’Europa centrale e meridionale. Negli USA, vediamo condizioni più calde e asciutte nelle parti centrali e occidentali e caldo ma più umido nelle parti centrali e meridionali. Ma considerando la posizione della bassa pressione, questo significa anche un flusso più freddo sul Canada orientale e sul Nord-Est degli USA.

Le previsioni dell’anomalia di temperatura a 2 metri svelano una zona neutra nel Canada orientale e Nord-Est degli USA. Il resto del continente si trova sotto condizioni più miti (ad eccezione del Canada, che è abbastanza a nord da ricevere più freddo e neve, nonostante le anomalie positive). L’Europa è nel complesso sotto temperature sopra la media a causa della forte e costante alta pressione da sud, che spinge aria più calda, e della profonda bassa pressione nell’Atlantico che spinge aria atlantica mite sul continente.

Per quanto riguarda le precipitazioni, vediamo valori sopra la media nelle parti centro-orientali degli USA, sul Nord-Atlantico e sul Nord Europa.

Le previsioni di UKMO (Met Office del Regno Unito)

Come ECMWF, anche UKMO vede un pattern da NAO positiva, forse ancor più definito con una bassa pressione più forte sul Nord Atlantico, posizionata un po’ più a nord. Questo provoca un pattern molto mite su Regno Unito, Scandinavia e gran parte dell’Europa. L’eccezione potrebbe essere l’estremo Sud-Est dell’Europa, dove è probabile un flusso più settentrionale. Negli USA, UKMO vede una dorsale centrale, con una possibile depressione nelle parti occidentali. Questo indicherebbe la possibilità di un flusso settentrionale sui settori nordoccidentali e sull’estremo Nord-Est degli USA, a causa delle basse pressioni sul Nord Atlantico.

Le previsioni dell’anomalia di temperatura a 2 metri mostrano le aree neutre negli USA nordoccidentali e nordorientali e le parti centrali più calde sotto la dorsale. Un’altra zona neutra è presente sull’estremo Sud-Est dell’Europa, dove è probabile qualche episodio settentrionale poiché l’area si trova sul lato orientale di una dorsale.

Il pattern delle precipitazioni riflette la bassa pressione più profonda nel Nord Atlantico. Vediamo una separazione più definita tra il nord, piovoso, e il sud, asciutto, in Europa, ma anche valori oltre la norma nelle parti dell’estremo Sud-Est, dove coincidono con temperature neutre e flusso settentrionale. Questa potrebbe essere un’indicazione di buone nevicate nell’area, almeno nelle parti più elevate e forse anche in quelle più basse se una massa d’aria sufficientemente fredda dovesse raggiungere l’area. Anche negli USA, ci sono indicazioni di condizioni invernali e nevicate nei settori nordoccidentali e nordorientali.

Le previsioni di NCEP (National Center for Environmental Prediction, USA)

Qui vediamo un pattern da NAO positiva più aggressivo rispetto a UKMO ed ECMWF. Sistemi di bassa pressione molto profondi e attivi nel Nord Atlantico, che significano costante flusso occidentale nel Nord Europa che porta una massa d’aria atlantica mite sul continente. Allo stesso tempo, forti aree di alta pressione sull’Europa e sugli USA centro-orientali mantengono alte le temperature e secca l’aria. Considerata la posizione della bassa pressione nel Nord Atlantico e il forte blocco sul Pacifico orientale, ci sono maggiori possibilità per un flusso occidentale-nordoccidentale negli USA nordoccidentali e nordorientali e nel Canada orientale.

Le previsioni dell’anomalia di temperatura a 2 metri mostrano aria fredda sul Canada orientale e sugli USA nordorientali e temperature neutre nell’estremo Nord-Ovest degli USA. Sull’altro lato dell’Atlantico, tutta l’Eurasia è sotto anomalie di temperatura positive. Questo è forse meno probabile poiché è inevitabile che ci sia un flusso settentrionale sull’Europa orientale e sudorientale, sul lato orientale dell’area di alta pressione sul Vecchio Continente.

Il pattern delle precipitazioni riflette la bassa pressione più forte sul Nord Atlantico. Vediamo una chiara separazione nord-sud, tra aree piovose e asciutte sia in Europa che negli USA.

Le previsioni di JMA (Agenzia Meteorologica del Giappone)

Previsioni simili a quelli degli altri centri globali, con un chiaro pattern da NAO positiva, con un certo flusso settentrionale nel Nord-Est e nel Nord-Ovest degli USA e una massa d’aria mite sull’Europa.

È importante ricordare che queste previsioni mostrano il pattern prevalente, il che significa che le condizioni indicate, anche se fossero estremamente precise, non durerebbero per 3 mesi. Questi modelli non suggeriscono quali saranno le condizioni meteo per 3 mesi, ma come potrebbero essere per il 40-60% del tempo.

Vortice polare

Un importante fattore che potrebbe ancora cambiare questo pattern è rappresentato da un potenziale evento di Stratwarming, ossia di riscaldamento stratosferico improvviso. Attualmente stiamo osservando un potenziale sviluppo di Stratwarming per dicembre, che potrebbe dare inizio al collasso del vortice polare. Questo potrebbe avere grandi effetti sui pattern meteorologici dell’emisfero settentrionale. Il collasso del vortice polare aumenta sempre notevolmente le possibilità di condizioni invernali verso l’Europa. In alcuni casi, gli effetti potrebbero essere parzialmente deviati e noi non avvertiremmo dei cambiamenti sul meteo. Ma nella maggior parte dei casi, gli effetti possono avere una grande influenza sulla distribuzione dei sistemi meteorologici sull’emisfero.

Previsioni Meteo Inverno: il vortice polare inizia ad indebolirsi, verso un importante stratwarming a Natale

In sintesi, la maggior parte delle previsioni parla di pressione più bassa sul Nord Atlantico e pressione più alta su Europa ed USA, che significano un inverno generalmente più mite. Le previsioni insistono sulla stessa tendenza da settembre, il che è molto raro. Ma un potenziale evento di Stratwarming potrebbe determinare un cambiamento della situazione meteorologica generale nell’emisfero settentrionale.