Coronavirus nel Mondo: in Cina casi ai minimi ma ci sono altri 7 “contagi di ritorno” dall’Italia, Corea del Sud “in guerra” contro la malattia

La Cina ha registrato altri 7 casi di "contagio di ritorno" dall'Italia, aumentando i timori di ricontaminazione del Paese da cui è partita l'epidemia

MeteoWeb

La Cina ha rilevato altri 125 nuovi casi di Coronavirus – facendo registrare il livello più basso delle ultime 6 settimane – e 31 morti, tutti concentrati nella provincia epicentro dell’epidemia, l’Hubei.
La Commissione sanitaria nazionale ha confermato che il totale dei decessi è dunque salito a 2.943 e infezioni complessive a quota 80.151.
I casi di contagio hanno seguito un trend al ribasso negli ultimi giorni, malgrado gli 11 casi segnalati oggi fuori dall’Hubei rappresentino il livello più alto degli ultimi 5 giorni.

La Cina ha registrato altri 7 casi di “contagio di ritorno” dall’Italia, aumentando i timori di ricontaminazione del Paese da cui è partita l’epidemia. Sono cittadini cinesi tornati dall’Italia la scorsa settimana che, secondo il network statale Cgtn, lavoravano nello stesso ristorante di Bergamo e avevano stretti contatti con la prima donna rientrata il 28 febbraio e risultata positiva.
Secondo China Daily, altri 4 contagiati sono rientrati in Cina negli ultimi giorni, arrivando da Iran e Regno Unito.

Tra le vittime del virus in Cina c’è anche Mei Zhongming, medico dell’ospedale centrale di Wuhan, città cinese dalla quale si è diffusa l’epidemia. Zhongming era collega di Li Wenliang, il medico che tra i primi ha provato a dare l’allarme sul diffondersi dell’epidemia ed è morto a causa del coronavirus il 7 febbraio scorso.

La Corea del Sud ha riportato 600 nuovi casi di Coronavirus, portando il totale delle infezioni a 4.812, con un allarmante incremento a Daegu. Secondo i dati aggiornati del Korea Centers for Disease Control and Prevention, ci sono anche 3 nuove vittime, per un totale di 28 decessi. Il nuovo balzo del numero di contagi segue i 1.062 registrati domenica e gli 813 di sabato.
La crisi nella città di Daegu e nella provincia del Nord Gyeongsang ha raggiunto il suo picco – ha detto il presidente sudcoreano Moon Jae-in, citato dall’agenzia di stampa Yonhap – e tutto il Paese è entrato in guerra contro la malattia contagiosa“. Moon ha annunciato nuovi fondi per 25 miliardi di dollari per rispondere all’epidemia.

Altre quattro persone sono morte per il Coronavirus nello Stato di Washington, nell’Ovest degli Stati Uniti: lo riferisce la BBC. In totale sono 6 i morti per il Covid-19 nello Stato di Washington, dove nello scorso fine settimana è stato proclamato lo stato di emergenza. Cinque decessi sono avvenuti nell’area di Seattle. I contagiati nella regione sono al momento 18.

E’ stato registrato un nuovo caso di Coronavirus in Australia: lo hanno reso noto le autorità sanitarie del Queensland. Si tratta di un giovane di 20 anni in condizioni stabili: aveva viaggiato negli Emirati Arabi, a Dubai, per 14 giorni, prima di sbarcare in Australia. Attualmente si registrano 10 contagiati nel Queensland, compresi 3 che erano a bordo della nave da crociera Diamond Princess.