Coronavirus: in Germania l’indice di contagio risale a 1, il Paese ora scommette sul vaccino anti-TBC

In Germania è stata avviata una sperimentazione per verificare se un candidato vaccino contro la tubercolosi possa essere attivo anche contro il Coronavirus

MeteoWeb

In Germania sono appena entrate in vigore le misure di allentamento delle restrizioni imposte per frenare la diffusione del Coronavirus, e il Paese sta registrando una risalita dell’indice di contagio: secondo i dati divulgati dal Robert Koch Institut, l’indice è risalito a 1, il che significa che ogni persona contagiata è in grado di infettarne un’altra.
E’ la prima volta che l’indice torna ad 1 da metà aprile, quando era sceso allo 0,7, per poi risalire progressivamente.
Il governo federale di Berlino e le regioni hanno in programma per giovedì nuove consultazioni che potrebbero determinare revoche delle norme di confinamento.

Nel frattempo, e in attesa del vaccino vero e proprio, in Germania è stata avviata una sperimentazione di fase III per verificare se un candidato vaccino contro la tubercolosi, denominato VPM1002, possa essere attivo anche contro Sars-CoV-2. Se la sperimentazione avrà esito positivo, l’uso di questo vaccino potrebbe essere una soluzione provvisoria prima dell’arrivo di un prodotto specifico, da usare per proteggere i soggetti più a rischio.
L’ipotesi nasce da studi effettuati sul vaccino Bcg, sul quale è basato il nuovo prodotto e che da oltre cento anni costituisce il vaccino base contro la tubercolosi. Le ricerche hanno dimostrato che gli animali di laboratorio vaccinati con il Bcg non soltanto sono protetti contro la tubercolosi, ma sviluppano anche maggiore resistenza contro numerose infezioni virali, comprese quelle del tratto respiratorio.
Gli scienziati tedeschi del Max Planck Institute for Infection Biology di Berlino hanno spiegato che il trial di fase III sarà un ampio studio su soggetti anziani e operatori sanitari in diversi ospedali tedeschi.
I risultati fino ad oggi mostrano che la vaccinazione con VPM1002 è sicura e più efficace della vaccinazione standard con Bcg“, ha spiegato Stefan H.E. Kaufmann del Max Plank.
Inoltre VPM1002 può essere prodotto utilizzando metodi di produzione all’avanguardia che renderebbero disponibili milioni di dosi in pochissimo tempo“, ha dichiarato Adar C. Poonawalla, Ceo e direttore esecutivo del Serum Institute of India.