Coronavirus, oggi in Calabria e Sicilia record di guariti: crollano i ricoveri in Ospedale [DATI]

Coronavirus, i dati di oggi in Calabria e Sicilia sono eccezionalmente positivi: boom di guariti in entrambe le Regioni

MeteoWeb

Ben 145 guariti in un giorno e un crollo significativo dei crolli negli ospedali: i dati odierni di Calabria e Sicilia sono eccezionalmente positivi per la pandemia di Coronavirus, che ha soltanto sfiorato l’estremo Sud del nostro Paese. Oggi, infatti, ci sono stati soltanto 2 morti in Sicilia (0 in Calabria) e 145 guariti, di cui 107 in Sicilia e 38 in Calabria, a fronte di appena 15 nuovi casi positivi (8 in Sicilia e 7 in Calabria), nel 98% dei casi di fuori sede rientrati nella loro residenza durante questa settimana. Di seguito i dati aggiornati:

  • Sicilia: 3.382 positivi su 103.103 persone sottoposte a test. E’ risultato positivo il 3,2% dei soggetti analizzati. Sono state sottoposte a tampone 30,4 persone per ogni positivo.
  • Calabria: 1.151 positivi su 52.257 persone sottoposte a test. E’ risultato positivo il 2,2% dei soggetti analizzati. Sono state sottoposte a tampone 45,4 persone per ogni positivo.

Sia la percentuale dei positivi che il numero dei soggetti analizzati per ogni positivo della Calabria sono i numeri migliori non solo d’Italia, ma dell’intera Europa, a testimonianza che in Calabria si stanno facendo moltissimi tamponi, a dispetto delle fake news create ad arte sull’argomento.

  • Sicilia: 265 morti (il 7,8% dei contagiati) e 1.458 guariti
  • Calabria: 95 morti (l’8,2% dei contagiati) e 582 guariti

Calabria: A livello nazionale, è morto il 14,1% dei contagiati: sia in Calabria che in Sicilia il tasso di letalità del Covid-19 è inferiore di quasi la metà rispetto a quello nazionale.

  • Sicilia: 1.659 ammalati, di cui 1.488 in isolamento domiciliare, 171 in reparto e 12 in terapia intensiva.
  • Calabria: 474 ammalati, di cui 416 in isolamento domiciliare, 56 in reparto e 2 in terapia intensiva.

Coronavirus, oggi in Italia 153 morti: è il dato più basso dal 9 marzo! Inizia a crollare anche l’ultimo indicatore [DATI]