L’ultimo mistero dell’Area 51 risolto da un ufologo italiano: “Combatto le fake news dei miei stessi colleghi”

L'ultimo mistero dell'Area 51 ci riporta davvero ad un evento extraterrestre? Secondo l'ufologo italiano Angelo Maggioni si tratta di una fake news

MeteoWeb

Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa di A.R.I.A. in merito all’avvistamento di un oggetto di forma triangolare in un hangar dell’Area 51.

Area 51 oggetto non identificato, ma non troppo… Così potrei dire a proposito dell’oggetto fotografato da Zeifman, come ufologo (Angelo Maggioni, fondatore e presidente di A.R.I.A associazione ricerca italiana aliena) ammetto che mi piacerebbe fosse davvero un UFO o similare ma così molto probabilmente non è! É bene precisare che spesso quando si parla di oggetti triangolari si fa riferimento al fantomatico TR3B che secondo le credenze ufologiche sarebbe un aereo top secret, ma ecco cosa afferma un ex tecnico di guerra elettronica presso la Marina degli Stati Uniti: “il nome TR-3B è solo un nome appeso ad esso dagli appassionati di UFO e da altre persone che pensano alla cospirazione. È derivato dal fatto che una variante U-2 era conosciuta come TR-1A”.

Si afferma quindi che TR-3B sia il suo successore. Sì, abbiamo indubbiamente velivoli classificati ancora in fase di sviluppo, o addirittura operativi (come l’F-117 è stato per dieci anni prima di essere pubblicamente riconosciuto). E sì, uno di questi velivoli ha una forma particolarmente triangolare, come si è visto in un caso alcuni anni fa nel Texas occidentale. Sinceramente, non conosciamo la designazione di questo aereo. Aurora e TR-3B sono solo nomi usati da persone che pensano alla cospirazione per un numero qualsiasi di programmi aerei classificati.

La maggior parte degli UFO sono una delle diverse categorie:

  1. oggetti naturali e aeromobili identificati erroneamente dall’osservatore.
  2. bufale
  3. aerei militari / droni classificati effettivi
    sconosciuto

L’unica cosa che il governo “copre” è la terza categoria. Con una buona ragione. Non vogliamo che altre nazioni conoscano le nostre capacità. Quest’ultima categoria, l’ignoto, è ciò a cui punta la maggior parte dei credenti alieni e dice: “Vedi! Questa è la prova che non vengono dalla Terra“. No. Significa semplicemente che non ci sono prove sufficienti per determinare di cosa si tratta. Non è una prova di ET. Non è affatto una prova. Solo sconosciuto. Spesso conduco (Maggioni, ndr) battaglie contro le stesse fake news divulgate dai miei stessi colleghi ufologi, ipotizzo che l’oggetto ripreso potrebbe essere SR-72 Il Lockheed Martin SR-72, colloquialmente denominato “Son of Blackbird”, è un concetto UAV ipersonico americano destinato all’intelligence, sorveglianza e ricognizione proposto privatamente nel 2013 da Lockheed Martin come successore del Lockheed SR-71 Blackbird in pensione. Oppure “Iron Bird” del B-21 (https://www.airforcemag.com/article/the-raider-takes-shape/ ). Nulla dunque a che vedere con alieni o astronavi madri.

Da ufologo voglio precisare che A.R.I.A, come sempre, si dissocia da annunci sensazionalistici a scopo di spettacolarizzare l’ufologia per vendere qualche libro in più o avere qualche follower sulle proprie pagine social, stravaganti dichiarazioni fatte anche da presunti addotti che raccontano di richieste di amicizia su Facebook, o di messaggi non propriamente telepatici ma che avvengono per via mail (ci sarebbe da domandarsi se davvero siano così evoluti se poi debbono comunicare mandando mail?), ma tante altre stravaganze che non meritano di essere nemmeno considerate nella categoria UFO COMICS. Capisco che dopo aver tentato di creare la teoria Covid-Aliens-5G non dovrei stupirmi più di nulla, ma da ufologo che conta sulla onestà intellettuale non posso tacere davanti a tanta castroneria e ignoranza.