Accadde oggi: il 22 Febbraio 1512 moriva il navigatore, esploratore e cartografo italiano Amerigo Vespucci

E' Amerigo Vespucci a dare il nome America al Nuovo Continente: scoprì Venezuela, Brasile e Argentina tra il 1500 e il 1508

MeteoWeb

Nonostante sia giunto nel Nuovo Mondo dopo Cristoforo Colombo, è Amerigo Vespucci a dare il nome America al Nuovo Continente: scoprì Venezuela, Brasile e Argentina tra il 1500 e il 1508. Morì il 22 febbraio 1512 a Siviglia dove, al ritorno dei suoi viaggi, era stato nominato sovrintendente della politica coloniale spagnola.
Fu uno dei massimi rappresentanti di un’importante nobile famiglia di Firenze, che aveva proprietà in Borgo Ognissanti, vicino alla chiesa di Ognissanti, dove si trova anche la cappella Vespucci.
Il navigatore, esploratore e cartografo italiano fu il primo esploratore a realizzare, durante un viaggio a servizio del Regno di Portogallo nel 1501, che le nuove terre recentemente scoperte ad occidente dell’Oceano Atlantico non erano l’estrema propaggine dell’Asia orientale, come ritenuto fino a quel momento, ma invece parte di un continente ignoto che lui chiamò Nuovo Mondo, e che in suo onore fu poi chiamato America.