ISS: conto alla rovescia per il lancio di Matthias Maurer, sarà il 1° astronauta europeo a partecipare ad una passeggiata spaziale russa

Per la sua missione, Matthias Maurer ha scelto il nome di "Cosmic Kiss" ("Bacio cosmico"), una dichiarazione d'amore per lo Spazio

MeteoWeb

Si è tenuto questa mattina l’ultimo evento in Europa per la stampa dell’astronauta ESA Matthias Maurer, in vista del lancio verso la Stazione Spaziale Internazionale, presso l’EAC (European Astronaut Centre) dell’ESA a Colonia, in Germania.

Alla conferenza stampa hanno partecipato, oltre all’astronauta ESA, Josef Aschbacher, Direttore Generale dell’ESA; David Parker, Direttore di Esplorazione Umana e Robotica dell’ESA; Frank De Winne, Responsabile del programma Stazione Spaziale Internazionale ESA e capo dell’EAC; Walther Pelzer, Direttore Generale dell’Agenzia spaziale tedesca presso DLR e Membro dell’Executive Board di DLR.

maurer

Presentando la prossima missione, Frank De Winne ha dichiarato: “Matthias appartiene alla classe 2019 di astronauti ESA, sarà l’ultimo della classe a volare e fa parte di una serie di astronauti ESA a giungere a bordo della ISS: attualmente sulla Stazione vi è Thomas Pesquet, che diventerà comandante a breve, e domenica parteciperà ad una nuova passeggiata spaziale.
Anche Matthias Maurer parteciperà ad un’EVA importante, sarà il primo astronauta europeo a partecipare ad una EVA russa, lavorerà fuori dal segmento russo. Seguirà la missione di Samantha Cristoforetti, che ora sta seguendo la fase di addestramento in Russia: anche l’astronauta italiana parteciperà ad una EVA russa, e sarà la prima donna europea a farlo ad aprile“.

Come membro di Crew-3, Matthias Maurer volerà verso la Stazione Spaziale Internazionale insieme agli astronauti della NASA Kayla Barron, Tom Marshburn e Raja Chari in una navicella spaziale Crew Dragon che sarà lanciata dal Kennedy Space Centre negli Stati Uniti non prima del 31 ottobre 2021. È previsto a bordo un breve crossover con l’astronauta dell’ESA Thomas Pesquet.

maurerPer la sua missione, Matthias Maurer ha scelto il nome di “Cosmic Kiss” (“Bacio cosmico”), una dichiarazione d’amore per lo Spazio: comunica la connessione speciale che la Stazione offre agli abitanti della Terra con il cosmo, oltre a trasmettere il valore della collaborazione in vista dell’esplorazione più lontana verso la Luna e Marte, unitamente all’esigenza di rispettare, tutelare e preservare la natura del nostro pianeta per un futuro sostenibile sulla Terra.

 

Durante i suoi sei mesi in orbita, Matthias Maurer effettuerà numerosi esperimenti in microgravità a livello europeo e internazionale. La conoscenza acquisita come risultato della sua missione darà forma al futuro dell’esplorazione spaziale e contribuirà a migliorare la vita sulla Terra.

Chi è Matthias Maurer

Matthias è ufficialmente entrato a far parte del Corpo Astronauti dell’ESA nel 2015 ed è l’unico astronauta dell’ESA che non ha ancora partecipato a una missione nello Spazio. Originario dello stato del Saarland nel sud-est della Germania, Matthias ha studiato in quattro diversi Paesi, ottenuto un dottorato in ingegneria della scienza dei materiali e raggiunto riconoscimenti a livello nazionale per la ricerca eccezionale.

Credit: ESA

Nel 2016 ha partecipato alla missione analoga NASA NEEMO 21, trascorrendo un totale di 16 giorni sotto il mare facendo parte dell’equipaggio per il test di strategie di esplorazione e strumenti per future missioni su Marte. Ha partecipato all’addestramento di sopravvivenza in mare al largo delle coste della Cina insieme alla collega astronauta dell’ESA Samantha Cristoforetti e a sette taikonauti cinesi. Ha inoltre preso parte a diverse esercitazioni di addestramento geologico sul campo, in relazione a future esplorazioni lunari. Prima della sua assegnazione, Matthias era di base presso il Centro Europeo Addestramento Astronauti dell’ESA a Colonia, Germania, dove gestiva il progetto per lo sviluppo della struttura di simulazione Luna Moon dell’Esa.

Una dichiarazione d’amore per lo Spazio

Il nome della prima missione nello Spazio di Matthias Maurer, Cosmic Kiss (bacio cosmico), è stato accuratamente selezionato, e rappresenta una “dichiarazione d’amore per lo Spazio“.

Credit: ESA

“Comunica la speciale connessione che la Stazione fornisce tra gli abitanti della Terra e l’universo“, ha spiegato Matthias. “Trasmette inoltre il valore della collaborazione per andare sempre più lontano ed esplorare Luna e Marte, insieme alla necessità di rispettare, proteggere e preservare la natura del nostro pianeta natale mentre cerchiamo un futuro sostenibile sulla Terra. Non vedo l’ora di espandere la curiosità e la conoscenza di coloro che hanno volato prima di me, e condividere le mie esperienze come ambasciatore per l’Europa in orbita“.

Nello sviluppare la patch di missione per Cosmic Kiss, Matthias ha tratto ispirazione dal Disco di Nebra (‘Himmelsscheibe von Nebra’) – la più antica rappresentazione conosciuta del cielo notturno – oltre che dalle placche Pioneer e dai dischi Voyager Golden Records che sono stati posizionati a bordo delle sonde spaziali inviate verso l’ignoto, portando messaggi dalla Terra.

Questi artefatti mostrano un fascino per lo Spazio che abbraccia ere. Dall’inizio dei tempi, gli uomini hanno guardato verso il cielo per conoscere l’origine della vita, l’Universo“, ha proseguito Matthias.
La patch di missione comprende diversi elementi cosmici, inclusi Terra, Luna e l’ammasso stellare delle Pleiadi. Ritrae anche Marte, una delle tre destinazioni chiave dell’ESA per l’esplorazione nei prossimi anni, riprodotto come un piccolo punto rosso accennato in lontananza. Tuttavia, la caratteristica più prominente è una Stazione Spaziale Internazionale semplificata, quasi un cuore, collegata attraverso un battito cardiaco umano che si allunga dalla Terra alla Luna.