Maltempo, forti temporali nella notte a Pantelleria: allagamenti, smottamenti e danni, verso lo stato di calamità – FOTO

Maltempo, Pantelleria colpita da temporali nella notte: "ci sono danni ovunque e chiederemo lo stato di calamità naturale”

/
MeteoWeb

Dal pomeriggio di ieri, mercoledì 27 ottobre, Pantelleria è stata colpita da forti temporali che hanno provocato allagamenti, smottamenti, crolli, strade distrutte, interruzioni di energia elettrica e collegamenti internet, disagi alla circolazione. La pioggia battente ha continuato a cadere anche nella notte, infliggendo altri danni all’isola. Diversi muretti sono caduti per la furia dell’acquazzone. Anche alcune barche ormeggiate al porto sono affondate (vedi foto della gallery scorrevole in alto). La galleria dell’aeroporto si è completamente allagata e la Protezione civile ha lavorato con un’idrovora per liberarla fino alle 4 di questa mattina. Allagata anche la Chiesa Madre, dove si sarebbe dovuto tenere un funerale, molti danni alle proprietà private.

Oggi è iniziata la conta dei danni sull’isola, con tecnici Comunali, Protezione Civile e Vigili del Fuoco che stanno intervenendo sulle emergenze. “È importante che Pantelleria non sia dimenticata, anche se ci sono situazioni più gravi, perché contestualmente questa è un’isola non abituata alla pioggia che ha ricevuto in una notte il 30% dell’acqua che cade in un anno e questo per noi è gravissimo. Ci sono danni ovunque e chiederemo lo stato di calamità naturale”, ha scritto in un post su Facebook l’assessore Francesca Marucci.

Il sindaco, Vincenzo Campo, ha annunciato l’ennesima richiesta di stato di calamità naturale per l’isola, che non più di un mese e mezzo fa è stata colpita da un violento tornado che ha provocato distruzione e vittime: “l’emergenza è estesa a tutto il territorio di Pantelleria. Un evento di tale portata non è’ mai successo prima, c’erano state in questi anni delle bombe d’acqua, ma mai di questa portata. Tutte le squadre di soccorso, che mi preme elogiare e ringraziare, sono operative sulle strade per cercare innanzi tutto di garantire la viabilità e mettere in sicurezza i passaggi. Ringrazio anche i tanti panteschi che si stanno dando da fare per aiutare, curandosi delle strade in cui vivono”.

“Pantelleria non è preparata a questo tipo di eventi. Un’isola che ha sempre avuto penuria d’acqua, in cui nei secoli la flora si è adattata a ricavare acqua dalla brina e ora, all’improvviso, si ritrova sommersa e rischia davvero di affogare. Il problema, inoltre, si presenterà ancora quando finalmente tornerà il sole, perché asciugandosi l’acqua potrà causare ulteriori smottamenti e caduta di muretti – sottolinea il sindaco -. Chiederemo anche stavolta al Governo regionale di dichiarare lo stato di calamità naturale, perché da sola l’isola non può farcela. Ancora aspettiamo risposte sulla richiesta fatta per la tromba d’aria del 10 settembre. Ci auguriamo che la Regione e il Presidente Musumeci si ricordi veramente di noi e delle nostre difficoltà”.

Oggi a Pantelleria, le scuole sono rimaste chiuse per via del maltempo.

Per monitorare la situazione meteo, ecco le migliori pagine del nowcasting: