Caldo, Arpa: con ondate calore a Torino 131 morti in più

MeteoWeb

Maggio con +2 gradi di media, giugno a +2,6, una lunga serie di giorni con condizioni climatiche da "disagio fisico" e "notti tropicali". Dalla prima ondata di calore, il 9 maggio, a fine giugno a Torino si sono avuti 1.332 morti, di cui 1.200 over 65, contro una media di 1.069 in quella fascia di età. Quindi 131 decessi in più che potrebbero essere attribuiti alla combinazione tra alte temperature ed elevato tasso di umidità. E' quanto si legge nel rapporto "Gli effetti sulla mortalità delle ondate di calore" pubblicato da Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) Piemonte.

Maggio ha avuto le temperature minime più elevate dal 1958, giugno è risultato il secondo mese più caldo nello stesso periodo storico. Nella prima ondata di calore a maggio la media giornaliera di decessi a Torino è stata di 22.1, contro 20.6 della serie storica; ancora più marcato l'aumento nel periodo dal 12 al 23 giugno: un media 25,9 morti al giorno nel capoluogo piemontese, rispetto ai 19.8 della serie storica, con un picco di 40 decessi il 19 giugno. Molte le "notti tropicali", ininterrottamente dal 13 al 21 giugno e poi di nuovo dal 27 al 30.