Vastissimo incendio nell’Ennese: situazione critica tra Piazza Armerina e Aidone | FOTO

Distrutto parte del bosco e una vasta area di macchia mediterranea tra Piazza Armerina e Aidone: 5 mezzi aerei in azioni

/
MeteoWeb

Vastissimo fronte di fuoco nell’Ennese, tra Piazza Armerina ed Aidone. Le fiamme, divampate intorno alla 11 di questa mattina nei boschi tra le contrade Bannata e Santa Caterina vicino al parco Ronza, si sono spinte verso la zona della riserva naturale di Bellia e la Base militare Addestrativa Aosta (vedi foto della gallery scorrevole in alto). Un fumo fittissimo ha reso l’aria irrespirabile e ha avvolto parte dell’abitato di Piazza Armerina, sul versante dell’ospedale Chiello. 

Sembrava che un primo intervento aereo fosse riuscito a riportare il rogo sotto controllo, ma poi le fiamme hanno ripreso vigore e la situazione è diventata critica. Distrutto parte del bosco e una vasta area di macchia mediterranea. Il fuoco ha un fronte in espansione e tutti i volontari della zona sono stati allertati e inviati a supporto di Vigili del Fuoco e Corpo forestale. Operano anche cinque mezzi aerei: tre Canadair, un elicottero Erickson e un Falco.  

Sull’incendio è intervenuto il comando provinciale di Enna della Forestale, con le pattuglie dei distaccamenti di Piazza Armerina e di Enna, oltre a squadre antincendio boschivo, con le autobotti. Interessati i Carabinieri e la Protezione Civile e, trattandosi di un incendio di “interfaccia” il coordinamento è della prefettura in caso di evacuazione delle abitazioni della zona che fino ad ora non si sono rese necessarie.  

Intanto nell’Agrigentino, tre Vigili del Fuoco del comando provinciale di Agrigento sono rimasti feriti per la deflagrazione di una bombola. La squadra dei pompieri era impegnata nelle operazioni di spegnimento di un incendio di canneto, in contrada San Benedetto, fra Aragona e Favara. All’improvviso l’esplosione, che non li ha raggiunti direttamente ma avrebbe creato loro dei problemi all’udito. I tre Vigili del Fuoco sono al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” per essere sottoposti a controlli.

Almeno 35 gli interventi eseguiti oggi dai Vigili del Fuoco del comando provinciale di Catania per incendi di vegetazione e sterpaglie. Altri otto sono ancora in corso a Zaffarana Etnea, Adrano, Santa Venerina, Scordia, Misterbianco e anche sulla A18, tra Giarre e Acireale, in direzione Catania. Due interventi rilevanti sono stati eseguiti a San Gregorio di Catania dove stanno operando tre squadre dei Vigili del Fuoco, un’autobotte di rincalzo e un elicottero della Forestale. Anche oggi sono arrivate chiamate per presunte fughe di gas ad Aci Catena, dove da due giorni opera anche una squadra di pompieri del comando provinciale di Ragusa oltre a personale del nucleo Nbcr di Catania.