Il freddo si intensifica in Spagna: -10°C sui Pirenei e neve a bassa quota in Catalogna

Il freddo si è intensificato oggi in quasi tutta la Spagna, con temperature sotto lo zero, soprattutto nelle zone di montagna

MeteoWeb

Il freddo si intensifica questo martedì in quasi tutta la Spagna, con temperature gelide, sotto zero, soprattutto nelle zone di montagna, e la neve ha raggiunto quote molto basse in Catalogna. In tutte le comunità autonome, ad eccezione dell’Estremadura e delle Isole Canarie, è in vigore un’allerta arancione o gialla per nevicate, temperature molto basse o fenomeni costieri e si prevedono gelate diffuse nell’interno della penisola, secondo servizio meteo nazionale AEMET (Agencia Estatal de Meteorología). Inoltre, si prevede che possa nevicare anche a quote comprese tra i 500 e i 700 metri nel Sud/Est, mentre alle Baleari dai 400, con pochi sbalzi termici significativi in ​​una settimana che continuerà ad essere molto fredda, secondo AEMET.

Continueranno a verificarsi gelate diffuse in gran parte dell’interno della penisola, soprattutto sui Pirenei, dove le temperature sono arrivate sotto -10°C.

La neve è stata segnalata nelle prime ore e a mezzogiorno ad altitudini comprese tra i 100 e i 300 metri nel Nord/Est della Catalogna, in particolare a Barcellona e nella sua area metropolitana, nelle regioni del Vallès e di Girona, e in alcuni quartieri montani della capitale catalana, anche se per il momento ha attecchito.

Alcune di queste precipitazioni nevose nelle prime ore della giornata a bassa quota, e a mezzogiorno a quote più elevate (tra i 400 e gli 800 metri) si sono verificate nei dintorni dell’Osservatorio Fabra, nella catena montuosa di Collserola, a Sabadell, Mollet del Vallès, Sant Vinceç de Torelló o Llagostera.

La quota neve salirà per tutta la giornata nel Nord/Est fino a 400/700 metri, mentre nel Mar Cantabrico sarà tra i 300 e gli 800 metri, nell’Iberia settentrionale, tra i 300 e i 500 e tra i 400 e i 700 nel sistema centrale.