Accadde oggi: nel 1980 la violenza del terremoto in Irpinia cambia per sempre il volto del Sud Italia [GALLERY]

  • 23 novembre 1980, ore 19:34. La story map del terremoto che sconvolse l'Irpinia e la Basilicata
    23 novembre 1980, ore 19:34. La story map del terremoto che sconvolse l'Irpinia e la Basilicata
/

Il 23 novembre 1980 una scossa violentissima di magnitudo 6.8 (X grado della scala Mercalli) cambiò per sempre il volto del Sud Italia: furono colpite oltre 6 milioni di persone in oltre 680 Comuni, 70 dei quali furono letteralmente rasi al suolo. Le vittime furono quasi 3mila, gli sfollati 280mila, e si contarono oltre 360mila abitazioni distrutte. Il sisma è stato rilevato in Irpinia a 30 km di profondità, tra le province di Avellino e Salerno. Il terremoto dell’Irpinia del 1980 è stato uno dei più forti del Novecento in Italia: mise in evidenza un colpevole ritardo da parte dell’Italia in tema di protezione civile e prevenzione sismica. L’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini lanciò una dura accusa ed un invito a darsi da fare. In alcune zone i soccorsi arrivarono solo dopo 5 lunghissimi giorni, quando ormai era troppo tardi per molti. Il sisma in Irpinia ha purtroppo lasciato un lunghissimo strascico di illegalità, ritardi, una pagina nera nella gestione del post-emergenza.