Allerta Meteo, ancora maltempo al Centro/Sud: attenzione ai temporali di martedì 4 nelle zone Joniche

/
MeteoWeb

Allerta Meteo – La circolazione sinottica sull’area euro-atlantica continua ad essere dominata da una vasta e profonda circolazione depressionaria, posizionata davanti le coste sud-orientali della Groenlandia, e da un’altra depressione, ormai evoluta in “CUT-OFF”, in azione sul basso Tirreno. Queste due differenti figure cicloniche sono delimitate da un robusto promontorio anticiclonico che dall’Atlantico portoghese si protende fino alla penisola Scandinava e al mar Baltico. Da qui lo sviluppo di una circolazione di blocco che vede lo scivolamento di una serie di piccole ondulazioni cicloniche lungo il margine più orientale di questa figura anticiclonica, estesa dal vicino Atlantico fino al mar Baltico, al sud della Svezia e alla Finlandia meridionale. Tali ondulazioni cicloniche, in scivolamento verso sud-ovest tendono ad essere quasi del tutto assorbite dal “CUT-OFF” presente sul basso Tirreno, ma tendente a muoversi in direzione dello Ionio entro la mattinata di domani.

Questa circolazione depressionaria, non venendo più alimentata dal flusso perturbato principale che ormai scorre a latitudini più settentrionali, a causa dell’invadenza del promontorio anticiclonico azzorriano, disteso con un lungo promontorio che si elonga fino alla penisola Scandinava, comincia già ad avere una propria autonomia, ben evidenziata dal tipo di circolazione, a carattere chiuso, con un sistema frontale nei bassi strati che tende pian piano ad occludersi. Questo “CUT-OFF” nel corso della giornata di domani attraverserà la Sicilia orientale, passando poco a sud dello Stretto di Messina, per allontanarsi sullo Ionio, apportando condizioni di diffusa instabilità convettiva che riguarderà soprattutto il settore ionico, tra Sicilia e Calabria, dove si verificheranno nuovi rovesci e temporali, localmente anche di moderata e forte intensità.

La presenza in quota, nella libera atmosfera, di un intenso nucleo di vorticità positiva in movimento verso lo Ionio, ma soprattutto il nocciolo di aria fredda polare marittima, con valori sotto i -26°C a 500 hpa, associato allo stesso “CUT-OFF”, inaspriranno ulteriormente l’instabilità, agevolando lo sviluppo di “cellule temporalesche” e di sistemi convettivi alla mesoscala in prossimità delle coste ioniche di Sicilia e Calabria. L’inasprimento del “gradiente termico verticale” indotto dall’aria fredda in quota, d’estrazione polare marittima, presente all’interno del “CUT-OFF”, contrastando con le masse d’aria molto miti e umide, sub-tropicali continentali, in risalita lungo il bordo orientale di quest’ultimo, originerà una vivace instabilità convettiva, che nel corso della giornata di domani darà origine a piogge, nuovi intensi rovesci e soprattutto a dei temporali che bagneranno le coste ioniche della Sicilia e della bassa Calabria.

In modo particolare il rischio di temporali, seppur brevi ma intensi, sarà più elevato sul siracusano, catanese, parte del messinese ionico, sul reggino ionico e sul catanzarese. Sulle altre regioni persisteranno generali condizioni di instabilità, ma con fenomeni molto meno diffusi e più blandi rispetto a quelli attesi sul settore ionico. Solo fra il Piemonte e la Lombardia nel corso della serata si assisterà ad un peggioramento per il passaggio di una “Upper Level Low” che potrebbe causare un aumento della nuvolosità, associata a delle piogge e a dei rovesci a carattere sparso, anche a carattere temporalesco. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: