Allerta Meteo, conferme dal NOAA sull’imminente nascita di un ciclone tropicale al Sud Italia: rischio “Medicane” [MAPPE]

  • Previsione ECMWF
    Previsione ECMWF
  • Previsione ECMWF
    Previsione ECMWF
  • Previsione ECMWF
    Previsione ECMWF
  • Previsione NOAA
    Previsione NOAA
  • Previsione NOAA
    Previsione NOAA
  • Previsione NOAA
    Previsione NOAA
  • L'uragano Mediterraneo Celeno del gennaio 1995 proprio nel mar Jonio
    L'uragano Mediterraneo Celeno del gennaio 1995 proprio nel mar Jonio
  • Ciclone Mediterraneo 7 novembre 2014 Sicilia
    Ciclone Mediterraneo 7 novembre 2014 Sicilia
  • Il ciclone tropicale del  7 novembre 2014  nel Canale di Sicilia
    Il ciclone tropicale del 7 novembre 2014 nel Canale di Sicilia
  • Il ciclone tropicale del  7 novembre 2014  nel Canale di Sicilia
    Il ciclone tropicale del 7 novembre 2014 nel Canale di Sicilia
  • Esempio di
    Esempio di "Medicanes" (Uragano Mediterraneo) sul basso Tirreno (immagine d'archivio dell'autunno 1996)
/
MeteoWeb

Dopo l’annuncio di ieri, i nuovi aggiornamenti di stamattina confermano la possibilità della nascita (ormai imminente, tra oggi e domani) di un ciclone tropicale al Sud Italia, tra il basso Tirreno e lo Jonio, intorno alla Calabria. E mentre il maltempo sta già colpendo in modo intenso le Regioni meridionali, sono eloquenti per le prossime ore le mappe con le previsioni del centro britannico Reading e dello statunitense NOAA. L’ultima volta che un ciclone di tipo tropicale ha colpito l’Italia, era inizio novembre 2014 e la Sicilia orientale veniva letteralmente devastata da una tempesta che provocava danni pesantissimi (qui le immagini di quel giorno).

E’ alto il rischio che adesso si possa formare un altro “Medicane”, un vero e proprio “uragano Mediterraneo” che tra stasera, domani e anche giovedì 8 settembre potrebbe provocare conseguenze molto pesanti non solo nelle zone più vicine alla tempesta (Calabria e Sicilia), ma anche nell’area Adriatica (Marche, Abruzzo, Molise e Puglia) per le piogge torrenziali.

Di seguito i links utili per monitorare la situazione in tempo reale nelle pagine di MeteoWeb del nowcasting: