Allerta Meteo: dalle nevicate in pianura al Nord, al rischio nubifragi e alluvioni-lampo nelle prossime ore, da un’estremità all’altra

/
MeteoWeb

Allerta Meteo – Era attesa da giorni ed eccola qui la nevicata da ”cuscinetto freddo” che nelle scorse ore ha fatto visita il Nord Italia. L’ingresso di una perturbazione atlantica proveniente dalla Francia che ha generato precipitazioni diffuse su buona parte del Nord, innescando nevicate estese e localmente anche intense grazie sia all’aria fredda bloccatasi nei bassi strati e sia all’innesco del favonio che nei giorni scorsi ha permesso un forte calo del punto di rugiada. Questo fattore ha arrecato nevicate in pianura in tutto il Nord, dal Nord Ovest al Nord Est, in particolare tra torinese, milanese, bergamasco, bresciano, Trentino Alto Adige, gran parte del Veneto centro-settentrionale (veronese, vicentino, rodigino e veneziano), l’Emilia occidentale (piacentino, parmense) e gran parte del Friuli Successivamente si è attivato l’intenso richiamo mite innescato dalla perturbazione con il cuscino di aria fredda che pian piano è andato a sgretolarsi a causa dei venti miti di libeccio provenienti da Sud e con le temperature che tutt’ora stanno pian piano aumentando a tutte le quote, favorendo la trasformazione della neve in pioggia. Infine la scorsa notte è anche giunto il gelicidio in un contesto meteo di tempo diffusamente perturbato, soprattutto tra l’Emilia, parte della Romagna e bassa pianura padana, con strade ridotte a lastre di ghiaccio pericolosissime per la circolazione stradale. Nelle prossime ore a causa delle abbondanti precipitazioni previste, molte regioni sono in allerta a causa di un elevato rischio idrogeologico tra Liguria, alta Toscana, a seguire: Ovest Emilia, Lombardia e Trentino. Su queste zone non si escludono abbondanti piogge, nubifragi, allagamenti, ed esondazioni dei corsi d’acqua. Continuerà a nevicare in Piemonte anche a bassa quota, ma con le precipitazioni che si attenueranno in serata. Clima mite su tutto il Centro-Sud con locali piovaschi o rovesci in particolare tra nord Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, nord Campania, Salento e Calabria tirrenica centro-meridionale. Le temperature tenderanno ad aumentare con punte di 18/20 gradi all’estremo Sud. I venti soffieranno tra libeccio e scirocco e saranno molto sostenuti. La quota neve aumenterà sul resto del Nord fin verso gli 800-1200 metri per lo sfondamento dell’aria molto mite da Sud. Nevicate abbondanti si avranno sulle aree alpine e prealpine centro-orientali, con accumuli molto rilevanti attesi in alta quota sul comparto alpino. Eloquenti le immagini postate a corredo dell’articolo da Aosta e non solo che dimostrano le nevicate delle scorse ore che hanno interessato molte regioni del Nord Italia, rendendo il paesaggio fiabesco.