Allerta Meteo, l’Uragano Lorenzo è in Europa: stasera il primo “landfall” sulle isole Azzorre, 250 mila col fiato sospeso. Ansia anche in Irlanda [LIVE]

Allerta Meteo, l'uragano Lorenzo è arrivato in Europa: stasera flagellerà le isole Azzorre dove è allarme rosso. Giovedì arriverà in Irlanda

/
MeteoWeb

L’Uragano Lorenzo sta continuando a risalire l’oceano Atlantico in una posizione decisamente anomala: stasera arriverà alle isole Azzorre, arcipelago dell’Atlantico orientale in territorio portoghese, dov’è massimo il livello dell’allerta meteo lanciato dalle autorità. Lorenzo, infatti, è un vero e proprio “mostro“: dopo aver toccato nei giorni scorsi l’impressionante stato di 5ª categoria sulla scala Saffir-Simpson, adesso è ancora violentissimo, di 2ª categoria, con venti che soffiano a 170km/h intorno all’occhio del ciclone, davvero spettacolare nelle ultime immagini satellitari che pubblichiamo nella gallery scorrevole a corredo dell’articolo. Dopo il primo landfall di stasera alle Azzorre, continuerà a risalire l’oceano verso l’Europa colpendo l’Irlanda dopodomani.

Intanto alle Azzorre le autorità hanno ordinato la chiusura di tutte le scuole e gli uffici, mobilitando i Vigili del Fuoco, per la giornata di domani, Mercoledì 2 Ottobre, quando si attendono i maggiori danni. La tempesta raggiungerà il settore più occidentale delle Azzorre proprio nella notte con venti che potranno raggiungere i 170km/h, piogge torrenziali e venti impetuosi.

Il governo autonomo dell’arcipelago ha dichiarato l’allerta rossa per le isole di Flores, Corvo, Faial, Pico, São Jorge, Terceira e Graciosa dalle 03:00 alle 12:00 di domani, Mercoledì 2 Ottobre. Nelle isole più orientali di Sao Miguel e Santa Maria c’è comunque un’allerta meteo, ma meno grave perchè non si troveranno vicine alla traiettoria dell’uragano. Il presidente della regione autonoma, Vasco Cordeiro, ha chiesto alla popolazione di adottare ogni misura precauzionale utile a salvaguardare la propria incolumità, come non uscire di casa, e seguire le raccomandazioni della protezione civile e dei vigili del fuoco. Complessivamente 250.000 residenti e altre migliaia di turisti sono col fiato sospeso per i fenomeni estremi attesi nelle prossime 24 ore.

C’è molta preoccupazione soprattutto per le mareggiate che potranno avere conseguenze devastanti per le inondazioni nelle zone costiere.

Dopodomani, Giovedì 3 Ottobre, l’Uragano arriverà anche sul Regno Unito: l’occhio della tempesta transiterà appena a nord dell’Irlanda, e tutte le isole Britanniche saranno spazzate da impetuosi venti meridionali che proprio tra Irlanda e Scozia supereranno i 120km/h, provocando gravi danni. Seguiranno piogge intense nella giornata di Venerdì 4.

Uragano Lorenzo, massima allerta meteo alle Azzorre: cancellati 24 voli, gli ultimi aggiornamenti