Allerta Meteo, maltempo senza sosta: piogge torrenziali per tutta la settimana al Nord Italia, allarme per fiumi e laghi [MAPPE]

/

Allerta Meteo – E’ iniziata all’insegna del maltempo la nuova settimana, con forti piogge e temporali in varie località dell’Italia: all’alba un violento nubifragio ha provocato gravi criticità in Calabria, nel catanzarese jonico, ma anche al Nord si sono verificate piogge torrenziali tra Veneto e Lombardia con 82mm di pioggia a Vallarsa, 80mm a Recoaro Terme, 76mm a Offanengo, 73mm a Brignano Gera d’Adda, 69mm a Cremona, 67mm a Castelnovo Bariano, 66mm a Valli del Pasubio, 63mm ad Ambivere, 62mm a Mozzanica, 60mm a Mapello, 58mm a Crema, 51mm a Legnago, 50mm a Paladina. Il maltempo insisterà per tutta la settimana al Nord Italia: soltanto tra Mercoledì pomeriggio e Giovedì avremo una breve tregua di circa 24 ore, per il resto pioverà in continuazione su tutto il territorio dell’Italia settentrionale.

La situazione meteorologica in Europa, infatti, non cambia: rimane un grande anticiclone di blocco nei settori orientali del Continente, un’anomalia che sta provocando temperature folli e una drammatica siccità nei Paesi dell’Europa centro/orientale. In Germania l’economia del Paese sta subendo pesanti conseguenze dalla siccità, mentre le temperature sono elevatissime non solo sui Balcani ma anche nei Paesi Baltici e in Russia. Nei prossimi giorni le massime supereranno i +25°C proprio nell’Europa centro/orientale e nei Paesi Baltici, con picchi di +27°C nei Balcani settentrionali.

L’Italia rimarrà esposta a un flusso caldo e umido di scirocco, con abbondanti precipitazioni generate dal flusso instabile che continuerà a soffiare dall’oceano Atlantico verso il Mediterraneo occidentale, il Marocco e l’Algeria tramite la Spagna e il Portogallo, da settimane clamorosamente i Paesi più freddi d’Europa in quello che sembra un continente climaticamente ribaltato. E se le Alpi “sbarrano” l’aria umida del Mediterraneo provocando questa prolungata siccità in Germania e negli altri Paesi dell’Europa centrale, al contrario continua il “Monsone Italiano” che invece proprio sul versante meridionale delle Alpi continuerà ad addensare costanti e abbondanti precipitazioni. Già a partire dalle prossime ore: tra oggi pomeriggio e domani, Martedì 6 Novembre, avremo forti piogge su tutto il Nord, temporali in Toscana, qualche pioggia alternata a schiarite sulle isole maggiori, Sardegna e Sicilia.

Al Nord le precipitazioni saranno particolarmente abbondanti: c’è preoccupazione per i livelli di fiumi e laghi che continueranno ad aumentare per tutta la settimana e sono già ingrossati dalle grandi piogge dei giorni scorsi. C’è il rischio che, in molti casi, possano esondare: per il Lago Maggiore è già attivo l’allarme. Al Nord/Est i detriti e i tronchi degli alberi travolti dalla tempesta della scorsa settimana potrebbero rappresentare un ulteriore problema per l’ostruzione, totale o parziale, di molti corsi d’acqua. La situazione non migliorerà, e si temono nuovi disastri per un Paese che nell’ultimo mese ha visto morire 37 persone per il maltempo, con altri due dispersi in Calabria e Sicilia di cui non si hanno tracce da troppo tempo per sperare che siano ancora vivi. Un bilancio drammatico, con tanti feriti ancora ricoverati negli Ospedali delle zone più colpite dal maltempo.

Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: