Allerta Meteo, forte maltempo sull’Italia: ecco la grande tempesta dell’ultima notte di Novembre, Centro/Sud a rischio

/
MeteoWeb

Allerta Meteo – La violenta ondata di maltempo attesa per questi ultimi due giorni di Novembre sull’Italia è iniziata e sta facendo sul serio: mentre aria fredda irrompe da Nord, con clima tipicamente invernale (in pianura Padana alcune località non hanno superato i +3°C giornalieri di temperatura massima!), da Sud risale aria molto calda con temperature che in Sicilia si mantengono superiori ai +20°C anche dopo il tramonto, e aumenteranno ulteriormente nella notte per il rinforzo della tempesta che richiamerà aria molto calda dal nord Africa.

In Sardegna abbiamo una perfetta sintesi di quello he sta succedendo in Italia: fa caldo nel Sud dell’isola, con +18°C a Cagliari e +19°C a Maracalagonis, mentre Oristano è a +11°C e Sassari ad appena +8°C con forte pioggia.

E così anche in Sicilia abbiamo temperature miti, con +21°C a Capaci e Misilmeri, +20°C a Palermo, Siracusa, Riposto e Cefalù, +19°C a Barcellona Pozzo di Gotto, Cinisi, Noto, Augusta, Ispica e Pachino, +18°C a Catania, Lentini, Acitrezza e Francofonte. Anche nelle altre Regioni del Centro/Sud il clima è estremamente mite, con +18°C a Reggio Calabria, +17°C a Pescara, Cosenza, Crotone e Procida, +16°C a Napoli, Taranto, Lecce, Salerno, Gallipoli, Monopoli, Ventotene e Fiumicino.

I venti meridionali stanno già spirando in modo molto intenso tra Campania e Sicilia, da Sud/Ovest con raffiche che hanno già raggiunto gli 85km/h a Napoli, gli 84km/h a Termini Imerese, i 67km/h a Palermo e Procida e i 61km/h a Messina e Avellino. Proprio a causa del forte vento, sono già in atto intense mareggiate sulle coste laziali e campane. Il mare grosso ha provocato lo scontro tra due traghetti nel porto di Napoli: un urto, a Porta di Massa, determinato dal forte vento forza 5. Erano tutti e due ormeggiati i traghetti “l’Isola di Capri” e “Driade”. Appena ‘Isola di Capri’ ha mollato gli ormeggi, e’ andato a sbattere contro ‘Driade’. Al momento non risultano feriti. Per le avverse condizioni meteo, dopo lo stop scattato per gli aliscafi, anche i traghetti non partiranno. E sempre a causa del maltempo sono fermi tutti i collegamenti per e da Capri. Stop non solo ad aliscafi e mezzi veloci, ma anche ai traghetti. Sono rimaste attraccate in banchina, sia la nave Caremar delle 17.25 in partenza da Napoli che quella delle 17.40 che doveva salpare dalla terra dei Faraglioni. Restano, al momento, ancora regolari i collegamenti delle navi per Ischia e per Procida, nonostante il vento forte e il mare molto mosso. Nell’isola azzurra disagi per un centinaio di turisti coreani che sono rimasti bloccati nel porto e che, sinora, non hanno trovato sistemazione nelle strutture ricettive del posto. L’ondata di maltempo dovrebbe proseguire almeno per le prossime 24 ore, intensificandosi ulteriormente tra stasera e domattina.

Allerta Meteo, paura per la violenta “libecciata” di stasera sulle isole del Tirreno: fetch impressionante, Ponza, Ventotene, Ischia, Capri e Procida a rischio

Le forti piogge, come ampiamente previsto, si stanno concentrando nelle Regioni centrali tirreniche ma piove anche al Nord/Est, tra Veneto e Friuli Venezia Giulia, dove Trieste è a 29mm giornalieri. In Toscana, invece, abbiamo fino al momento 29mm di accumulo registrati a a Firenze, 40mm a Reggello, 42mm a Rignano sull’Arno, 46mm a Bibbiena. Le piogge più forti, però, stanno colpendo l’alto Lazio, tra i laghi e l’entroterra appenninico, dove sono già caduti 66mm di pioggia a Ronciglione, 35mm a Valentano e Contigliano, 33mm ad Anguillara Sabazia. Intorno alla Capitale, invece, abbiamo fino al momento 35mm a Roma, 33mm ad Anzio, 31mm a Monterotondo, 25mm a Guidonia, mentre diluvia sui Castelli con 57mm a Lariano, 52mm a Velletri e 38mm ad Ariccia. Nel Sud della Regione fino al momento sono caduti 43mm di pioggia a Priverno, 40mm a Frosinone, 26mm a Fondi. Le piogge si intensificheranno ulteriormente tra Lazio e Campania nella notte, estendendosi poi domani sul basso Tirreno. Piogge alluvionali anche sui Balcani, tra la Croazia, la Bosnia, il Montenegro e l’Albania. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: