Allerta Meteo Roma, la piena del Tevere fa sempre più paura e arriva il maltempo: forti piogge e temporali nelle prossime ore

/
MeteoWeb

Non piove stamattina su Roma e la temperatura è arrivata a +11°C, ma continua a crescere li livello del Tevere che all’ultimo rilevamento delle ore 10:00 misura 9,47 metri all’Idrometro di Ripetta. Alcune auto parcheggiate lungo la pista ciclabile sono state sommerse dall’acqua (vedi foto). C’è preoccupazione per il forte maltempo in arrivo nel pomeriggio/sera quando sono attesi dei nubifragi su tutta l’area della Capitale e anche nelle Regioni del Centro Italia lungo cui scorre il fiume. Per fortuna le temperature diminuiranno di qualche grado e nelle zone interne del Lazio avremo nevicate oltre i 1.000 metri di quota, quindi l’impeto dell’acqua in arrivo sul fiume sarà un po’ meno più contenuto rispetto a quanto sarebbe stato se avesse piovuto anche in montagna.

Certamente, però, il fiume supererà il livello dei 10 metri all’idrometro di Ripetta facendo scattare così la “piena ordinaria“. Oltre i 13 metri fino a 16 metri si parla invece di “piena straordinaria“, ma grazie al contenimento esercitato a monte dai numerosi bacini artificiali (Corbara, Alviano, Castel Giubileo) costruiti negli ultimi decenni, è da molto tempo che in città non accade nulla di grave.

L’ultima piena straordinaria è stata infatti quella del Novembre 2012, quando il fiume ha raggiunto i 13,5 metri all’idrometro di Ripetta. Nel Febbraio 2014 invece era arrivato a 12,8 metri. A Dicembre 2008 altro picco di 12,5 metri. Molti romani, però, ricordano come un incubo l’evento del Novembre 2005, ormai 13 anni fa, quando con un livello del fiume più basso (12 metri a Ripetta) la città rimase con il fiato sospeso per l’evacuazione di molte persone, specialmente a Fiumicino. Inoltre un barcone-discoteca si inabissò, antipasto di quanto accaduto nel 2008 dopo con il disastro dei barconi trascinati dalla piena e accumulatisi presso Ponte Sant’Angelo.

In questi anni sono state adottate ulteriori misure di sicurezza e adesso la situazione è più semplice da tenere sotto controllo. Dopotutto durante l’ultima esondazione del Tevere a Roma, il 17 dicembre 1937, il livello era stato di 16,84 metri a Ripetta. Per fortuna la situazione attuale non rischia di degenerare in simili catastrofi: domani tornerà a splendere il sole sulla Capitale, un sole che illuminerà le giornate di tutta la settimana e anche dell’inizio della prossima. Sia a Roma che sul resto del Centro Italia. Il livello del fiume, quindi, crescerà ancora per 48 ore circa ma poi tornerà lentamente verso il weekend nella norma. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: