Allerta Meteo, sarà un Venerdì terribile con l’Italia spaccata in due: caldo senza precedenti al Centro/Sud, violento maltempo al Centro/Nord

  • Le temperature massime previste dal modello Moloch (ISAC-CNR) per Venerdì 24 Febbraio
    Le temperature massime previste dal modello Moloch (ISAC-CNR) per Venerdì 24 Febbraio
/
MeteoWeb

Allerta Meteo – L’Italia si appresta a vivere un Venerdì 24 Febbraio davvero terribile per le condizioni atmosferiche che interesseranno il nostro Paese. Spicca su tutto il caldo record che verrà raggiunto al Sud, con temperature pazzesche soprattutto in Sicilia (dove si sfioreranno i +30°C lungo la fascia tirrenica) e in Calabria (fino a +26/+27°C nella piana di Sibari, nella Valle del Crati, nella piana di Lamezia Terme e nella piana di Gioia Tauro), ma anche tra Abruzzo, Molise, Campania, Puglia e Basilicata (fino a +23/+24°C). Intanto oggi abbiamo avuto il terzo giorno consecutivo di caldo anomalo su gran parte del Paese. Le temperature più alte le abbiamo avute, come ampiamente preventivato, sulle isole maggiori: sia in Sardegna che in Sicilia i picchi massimi sono stati di +21°C. Ecco nello specifico le località isolane più miti di oggi:

  • Sicilia: +21°C a Noto, Lentini e Augusta, +20°C a Catania, Riposto e Partinico, +19°C a Palermo, Siracusa e Gela.
  • Sardegna: +21°C a Iglesias, +20°C a Sassari, Porto Torres, Carbonia, Barrali, Arbus, Asuni, San Gavino, Decimomannu e San Vito, +19°C ad Oristano, Arborea, Vallermosa, Quartucciu, Sestu, Villasalto, Domusnovas, Santa Sofia, Villacidro, Barumini, Villasor e Silius.

Caldo eccezionale, tipicamente primaverile e assolutamente fuori stagione, su gran parte del Centro/Sud con temperature superiori ai +16°C e vicinissime ai +20°C in molte località di Calabria, Puglia, Basilicata, Campania, Molise, Abruzzo, Lazio e Marche. Notevoli i picchi elevati anche ad alta quota e in località di montagna. Ecco le località più calde del giorno nell’Italia peninsulare: +20°C a Palo del Colle, +19°C a Foggia, Sulmona, Jesi, Valenzano, Castrovillari, Bitritto e Cerignola, +18°C a Pescara, Ancona, Matera, Procida, Gallipoli, Putignano, Tuglie, Acquaviva delle Fonti, Sarno e Senigallia, +17°C a Napoli, Bari, Reggio Calabria, Salerno, Taranto, Benevento, Caserta, Latina, Guidonia, Terlizzi, Lecce, Venosa, Pomigliano d’Arco, Mondragone, Chieti e Brindisi, +16°C a Roma, Cosenza, Campobasso, Avezzano e Vasto.

Ricordiamo i record di caldo mensili da battere, per avere chiaro il quadro rispetto al nowcasting termico che seguiremo con particolare attenzione nella giornata di domani: +29,4°C a Palermo (febbraio 1977), +26,6°C a Catania (febbraio 1960), +25,8°C a Messina (febbraio 1979), +25,2°C a Reggio Calabria (febbraio 1979), +24,4°C a Pescara (febbraio 1990) +24,0°C a Bari (febbraio 1990) e Trapani (febbraio 1966), +23,9°C a Cosenza (febbraio 1965), +23,6°C a Roma (febbraio 1990), +23,4°C a Foggia (febbraio 1977) e Gela (febbraio 1966), +23,0°C ad Alghero (febbraio 1979) e Lampedusa (febbraio 1960), +22,8°C a Napoli (febbraio 1990) e Termoli (febbraio 1977), +22,4°C a Cagliari (febbraio 2010), +22,2°C a Latina (febbraio 1978), +22,0°C a Lecce (febbraio 1995), +21,8°C a Potenza (febbraio 1977), +21,6°C a Frosinone (febbraio 1990), +20,6°C ad Ancona (febbraio 1990), +21,0°C a Taranto (febbraio 1978), +20,0°C a Campobasso (febbraio 1998), +19,8°C ad Enna (febbraio 1968).

Ma attenzione: non solo caldo nelle prossime ore. Da Nord/Est irromperanno spifferi d’aria decisamente freddi provenienti dai Balcani. I contrasti termici attiveranno violenti temporali dapprima in Toscana, nel pomeriggio di Venerdì, successivamente su Marche e Umbria, molto violenti nella notte tra Venerdì e Sabato, con grandinate e piogge torrenziali. Ecco le pagine utili per monitorare la situazione in tempo reale: