Allerta Meteo, la “Tempesta del Solstizio d’Inverno” flagella Libia e Grecia. Altre 24 ore di maltempo anche al Sud Italia

/
MeteoWeb

Allerta Meteo – Si prolunga per altre 24 ore la fase di maltempo che da giorni sta interessando il Sud Italia: le temperature sono già aumentate dopo il gelo dei giorni scorsi, ma fa ancora freddo e continuerà fino a domani, Sabato 23 Dicembre, mentre bisognerà attendere il giorno di Vigilia di Natale – Domenica 24 – per il definitivo ritorno dell’Anticiclone con un ulteriore sensibile aumento delle temperature, l’attenuazione dei venti e il pieno sole su tutto il Sud. Le Regioni meridionali dell’Italia, infatti, sono coinvolte – seppur marginalmente – nella circolazione depressionaria provocata dalla grande “Tempesta del Solstizio d’Inverno“, nata ieri proprio in concomitanza con il Solstizio nel cuore del Mediterraneo, tra Sicilia, Malta, Libia e Grecia.

I Paesi più colpiti dal maltempo sono proprio la Grecia, flagellata da piogge torrenziali e venti impetuosi (spiccano i 105mm di pioggia registrati all’Aeroporto Internazionale di Atene “El Venizelos”), e la Libia, dove precipitazioni così intense sono decisamente insolite. Piogge torrenziali hanno interessato Tripoli allagando interi quartieri della capitale e provocando l’interruzione dei collegamenti stradali dalla zona di Tarhuna a Suq al Khamis. Per questo la municipalità di Tarhuna ha fatto sapere tramite il suo ufficio stampa di aver attivato un comitato di crisi per offrire servizi ai cittadini e ovviare a questa crisi. Sono state inviate squadre di soccorso nella zona di Suq al Khamis per salvare alcune famiglie rimaste intrappolate dall’inondazione delle strade e sono state aperte una serie di strade di collegamento alternative per assicurare la mobilità nell’area. Il maltempo ha provocato anche la chiusura della strada che collega le città di Zliten e Khoms, in Tripolitania, a causa di un allagamento. A 10 chilometri dall’uscita occidentale di Khoms la strada è completamente allagata e inagibile. Il sindaco locale, Khaled Balnour, ha chiesto tramite i media locali ai cittadini di usare strade alternative ed ha istituito un numero di emergenza al quale poter chiamare in caso di emergenza e per ricevere soccorsi. A causa delle forti piogge in questa zona le scuole sono state chiuse.

Al Sud Italia per fortuna la situazione è molto più tranquilla: la tempesta rimane al largo sul mar Jonio. Abbiamo semplicemente forti venti settentrionali e nord/orientali che soffiano con raffiche fino a 80km/h tra Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia alimentando residui fenomeni di instabilità nelle zone esposte al fenomeno dello “stau”, quindi sui rilievi. I fenomeni – come si può osservare nelle immagini a corredo dell’articolo – tenderanno ad esaurirsi nel corso della giornata di domani, Sabato 23 Dicembre. E Domenica sarà una splendida Vigilia di Natale con pieno sole e clima mite (le temperature arriveranno a sfiorare i +20°C con picchi diffusi di +17/+18°C in tutte le Regioni del Sud). Al Centro/Nord, invece, è già tornato a splendere il sole e le temperature sono in sensibile aumento. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: