Alluvioni senza precedenti in Arabia Saudita, il deserto è completamente allagato, auto e dromedari sono sommersi dalle acque: vittime e distruzione [FOTO e VIDEO]

/
MeteoWeb

Dal 10 novembre l’Arabia Saudita continua ad essere colpita da apocalittiche piogge torrenziali e conseguenti alluvioni che hanno provocato 30 morti e che stanno danneggiando gravemente le abitazioni, migliaia delle quali sono rimaste senza energia elettrica. Sono circa 4.000 le persone evacuate dalle aree più colpite. Le alluvioni si sono abbattute su diverse città dell’Arabia Saudita, come Riyadh, La Mecca e Jeddah. Anche il soffitto del King Khalid International Airport è stato danneggiato dalle piogge intense e lo scalo è stato chiuso.

Numerosi i video che ci circolano in rete e che mostrano la gravità della situazione, con quantitativi di pioggia incredibili per queste aree finora considerate desertiche, senza precedenti nel recente passato. Il deserto dello stato è completamente allagato e ha assunto l’aspetto di un grande oceano di fango, in cui i dromedari faticano a camminare, sommersi dall’acqua, come potrete vedere dalle foto contenute nella gallery a corredo dell’articolo e nei video in fondo. Le immagini mostrano potenti flussi di fango attraversare il deserto e bloccare auto e bus turistici e in alcuni casi anche trascinarli via. In alcune aree è caduta talmente tanta grandine che i dromedari sono stati costretti ad attraversare un vero e proprio “deserto di ghiaccio”! Scene mai viste che hanno completamente alterato il paesaggio, seminando morte e distruzione.

Le autorità dell’Arabia Saudita hanno inviato squadre di soccorso anche in Kuwait per aiutare i servizi di emergenza locali ad affrontare le estreme condizioni meteo. Le alluvioni lampo hanno colpito anche il sito di Petra, patrimonio dell’umanità, in Giordania, innescando il sistema di allarme alluvioni per la prima volta dalla sua installazione nel 2014. In alcune aree del sito, l’acqua ha raggiunto i 4 metri d’altezza! Nel regno, sono morte 11 persone a causa degli ultimi eventi meteorologici estremi.