Atterraggio d’emergenza per “bird strike”, aereo finisce in un campo [FOTO e VIDEO]

Un aereo si è scontrato con uno stormo di uccelli, ed ha dovuto effettuare un atterraggio d'emergenza in un campo

  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
/
MeteoWeb

Un aereo Ural Airlines con a bordo 226 passeggeri e 7 membri dell’equipaggio, si è scontrato con uno stormo di uccelli, ed ha dovuto effettuare un atterraggio d’emergenza in un campo di granoturco nella regione di Mosca. Ventitré passeggeri, tra cui 9 bambini, sono rimasti feriti e hanno ricevuto assistenza dopo l’atterraggio. L’Airbus A321 era decollato da Sinferopoli (Crimea).
L’aereo “ha colpito uno stormo di gabbiani decollando” dall’aeroporto Zhukovsky, ha precisato in una nota la Federazione Russa dell’Aviazione Civile. I tanti uccelli finiti nei motori dell’aereo hanno provocato “significative interruzioni del loro funzionamento“, si legge nel comunicato. Di qui la scelta di atterrare “su un campo di grano (…) a più di un chilometro dalla pista, senza il carrello di atterraggio“.
Nessun incendio è scoppiato sull’aereo e tutti i passeggeri e membri dell’equipaggio sono stati evacuati dall’aeromobile dopo l’atterraggio.

I passeggeri non hanno riportato ferite gravi: lo hanno reso noto le autorità sanitarie russe, spiegando che 22 persone, su 23 feriti, sono già state dimesse dall’ospedale.

Sull’incidente è stata aperta un’indagine.