Australia, prosegue il meteo folle: alluvioni a Sydney e incendi nel Queensland mettono in ginocchio lo stato [FOTO e VIDEO]

/
MeteoWeb

Le piogge torrenziali che si sono abbattute su alcune parti di Sydney hanno portato l’equivalente di un mese di precipitazioni in sole 2 ore ieri, 28 novembre, provocando alluvioni diffuse. Nel frattempo, gli incendi continuano a devastare parti del Queensland, dove mesi di siccità hanno trasformato l’area in una polveriera. Questi forti contrasti per quanto riguarda il meteo sono gli ultimi eventi estremi a colpire l’Australia. Nei giorni scorsi, infatti, venti devastanti, una potente tempesta di sabbia e forti nevicate in montagna hanno colpito l’Australia tutti nello stesso momento.

Le piogge torrenziali cadute su Sydney hanno paralizzato la città ieri e provocato almeno due vittime. Due poliziotti sono rimasti feriti per la caduta di un albero mentre cercavano di aiutare altre persone durante la tempesta. Decine di incidenti e le strade allagate hanno bloccato il traffico e costretto i soccorritori a compiere oltre 10 salvataggi dall’acqua in tutta la città. Anche il traffico aereo ha risentito delle condizioni meteo, con oltre 130 voli cancellati o rimandati dagli aeroporti di Sydney.

Le precipitazioni totali sono state comprese tra 50 e 100mm in tutta la città, con quasi tutta la pioggia venuta giù nel giro di due ore. L’Australia Bureau of Meteorology ha riportato che è stato il giorno di novembre più piovoso a Sydney dal 1984. I forti venti che accompagnavano la tempesta hanno prodotto oltre 8.000 blackout, molti dei quali sono proseguiti anche durante la notte. I venti dovrebbero continuare a sferzare Sydney anche oggi, 29 novembre, prima di diminuire di intensità tra venerdì 30 novembre e sabato 1 dicembre.

Parlando di quell’estremo contrasto citato all’inizio dell’articolo, più a nord, nel Queensland, mesi di siccità hanno lasciato l’area estremamente vulnerabile agli incendi. I venti di forte intensità associati alla tempesta su Sydney e l’ondata di caldo in corso hanno contribuito ad alimentare i 138 incendi che stanno bruciando nello stato. Il livello del pericolo incendi è salito fino a “catastrofico” per la prima volta nella storia e ha innescato l’evacuazione di migliaia di persone. Nonostante si attenda un calo dei venti nella giornata odierna, alcune potenti raffiche continueranno ad ostacolare gli sforzi di contenimento dei vigili del fuoco. I venti sull’area continueranno anche nel weekend e all’inizio della prossima settimana. A parte un rovescio o temporale isolato, sul Queensland non sono previste piogge nel corso del weekend.