Australia occidentale in allerta, si avvicina il ciclone Veronica con venti di 233km/h: scaricherà oltre 1.000mm di pioggia [MAPPE]

/

Ancora un altro sistema tropicale molto intenso in questo 2019: il ciclone tropicale Veronica di categoria 4 si sta avvicinando all’Australia occidentale. Ha subito una rapida intensificazione oggi, 21 marzo, e probabilmente raggiungerà la massima intensità domani, prima di continuare verso il landfall nell’Australia nordoccidentale nel corso del weekend. Veronica ha venti di 233km/h e una pressione centrale di circa 930hPa. Dopo il landfall previsto per domenica 24 marzo, scaricherà una quantità estrema di pioggia lungo il suo percorso: oltre 1.000mm!

Nella gallery a corredo dell’articolo, troverete delle immagini satellitari delle ultime ore. Alle prime luci del mattino, Veronica mostrava un’impressionante struttura compatta dell’occhio durante la sua rapida fase di intensificazione. Nelle ultime 24 ore, il rafforzamento del ciclone è stato eccezionale: è passato da venti a 112km/h a venti di 233km/h in sole 12 ore! Le analisi dimostrano che Veronica ha raggiunto venti di 240km/h alla sua massima intensità, diventando quindi un potente ciclone di categoria 4.

Veronica si sta muovendo su acque con un contenuto di calore dell’oceano (OHC) molto favorevole, temperature superficiali del mare molto calde e una grande umidità per le tempeste convettive. La traiettoria futura di Veronica suggerisce che continuerà a muoversi in direzione sud-ovest verso la costa dell’Australia occidentale. Potrebbe anche raggiungere la categoria 5 mentre rimane in condizioni di calore dell’oceano molto favorevoli.

Fortunatamente il ciclone dovrebbe iniziare ad indebolirsi nelle 24 ore precedenti il landfall del 24 marzo, che dovrebbe avvenire tra Pardoo e Onslow. In questo scenario, località come Karratha e Port Hedland potrebbero essere a rischio per gli effetti peggiori della tempesta. Mari mossi e onde alte si formeranno lungo la costa prima dell’arrivo di Veronica già tra oggi e domani. Le aree vicino e intorno alla traiettoria di Veronica saranno a rischio di inondazioni potenzialmente letali e venti devastanti in grado di danneggiare le abitazioni, abbattere gli alberi e causare diffusi blackout e alterazioni della circolazione.

Tuttavia, è possibile anche un altro scenario, che vede Veronica virare verso ovest prima di raggiungere la costa australiana, evitando alle comunità gli effetti peggiori. Ci sarebbe ancora il rischio di qualche effetto, ma le comunità costiere eviterebbero le piogge e i venti più forti.