Buone Feste, il 26 Dicembre è Santo Stefano: le immagini per gli auguri su Facebook e WhatsApp

/
MeteoWeb

Come ogni anno, anche il 26 dicembre 2016 si ricorda Santo Stefano.

Sotto i colpi della sassaiola Stefano prega e dice: ”Signore Gesù, accogli il mio spirito”. Quando non riesce più a reggersi in piedi, piega le ginocchia e grida: ”Signore, non imputare loro questo peccato”. Detto questo, esala l’ultimo respiro. I cristiani raccolgono il suo corpo senza vita e gli danno sepoltura. Da quel momento, la storia delle reliquie di Santo Stefano entra nella leggenda, rivendicate come sono da un numero pressoché infinito di nazioni e città. Eppure, non sappiamo nulla sull’origine di Stefano, il cui nome fa pensare ad un greco, oppure ad un ebreo educato alla cultura ellenistica. Ciò di cui abbiamo certezza è la stima che la comunità cristiana ha nei suoi confronti, tanto da indicarlo come primo tra i diaconi. Grazie ai capitoli sesto e settimo degli Atti degli Apostoli, possiamo infatti ricostruire i suoi ultimi anni di vita.

Vi siete mai chiesti perché il 26 dicembre è un giorno festivo? Ecco il motivo: