“Burian della Befana”, Allerta Meteo: l’Italia si prepara ad entrare nel freezer per almeno 5 giorni, tanta neve al Sud [MAPPE]

/
MeteoWeb

Allerta Meteo – Il “Burian della Befana” è sempre più vicino all’Italia: la storica ondata di gelo che colpirà il nostro Paese nei prossimi giorni si è già “sganciata” dal cuore della Siberia, ed è in “viaggio” verso il Mediterraneo. Il fronte freddo del Burian al momento si trova tra Russia e Scandinavia: abbiamo infatti addirittura -38°C a Murmansk, -31°C ad Arkhangelsk, -26°C a Kiruna e Syktyvkar, -15°C a San Pietroburgo, -14°C ad Helsinki, -10°C a Mosca, -9°C a Trondheim, -4°C a Oslo e Stoccolma, -3°C a Riga con nevicate diffuse soprattutto in Norvegia, Finlandia, Russia e Paesi Baltici. Impressionanti le immagini dal Golfo della Teriberka dove stamattina abbiamo -40°C in riva al mare. Prima neve anche a Varsavia con +2°C e Praga con +1°C, ma nel corso della giornata odierna il gelo si estenderà su gran parte dell’Europa centro/orientale per poi dirigersi, domani, sui Balcani e sull’Italia nel corso della giornata.

In Italia, invece, viviamo l’ultimo giorno dal clima mite con temperature gradevoli in gran parte del Paese: abbiamo infatti +16°C a Catania, +15°C a Palermo, +13°C a Genova e Domodossola, +11°C a Napoli, Bari e Taranto, +9°C a Roma e Milano, +7°C a Torino, Bologna e Trieste. Valori che già da domani saranno un lontano ricordo, e per molto tempo.

Infatti gli ultimi aggiornamenti dei principali modelli meteo non solo hanno confermato l’entità eccezionale del gelo in arrivo e l’abbondanza delle nevicate nelle Regioni del Sud, ma continuano di run in run a prolungare la persistenza del freddo più intenso nelle Regioni meridionali per un periodo sempre più lungo. Infatti il gelo persisterà anche la prossima settimana, almeno nella prima parte (lunedì 9 e martedì 10 Gennaio). Saranno almeno 5 i giorni di gelo intenso a partire dal pomeriggio di domani, giovedì 5 Gennaio. E non sono da escludere ulteriori intense e abbondanti nevicate la prossima settimana per la formazione di un nuovo vortice ciclonico sul mar Tirreno che potrebbe determinare un’imponente recrudescenza del maltempo.

Eloquenti le immagini che pubblichiamo nella gallery a corredo dell’articolo: le temperature crolleranno su temperature da record, per almeno tre giorni avremo giornate di ghiaccio fino a bassissima quota. Confermato lo “spanciamento” dell’isoterma di -15°C ad 850hPa al Centro/Sud tra Molise, Campania e Puglia: un evento di caratura epocale. Le città appenniniche come L’Aquila, Campobasso, Potenza ma anche Avellino, Benevento e Cosenza, raggiungeranno picchi estremi, vicini ai -10°C nelle minime e in molti casi inferiori ai -5°C nelle massime. Il tutto condito dalla neve abbondante.

A breve nella home page di MeteoWeb tutti i dettagli con le previsioni Regione per Regione e Città per Città. Intanto ecco le preziosissime pagine utili per monitorare la situazione in tempo reale, da tenere sempre aggiornate nelle prossime ore e nei prossimi giorni: