Caldo: al Bioparco di Roma piscine e ghiaccioli per gli animali

  • (CREDIT: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni)
    (CREDIT: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni)
  • (CREDIT: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni): gli ippopotami pigmei trovano refrigerio in pozze d’acqua create dai guardiani
    (CREDIT: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni): gli ippopotami pigmei trovano refrigerio in pozze d’acqua create dai guardiani
  • (CREDIT: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni)
    (CREDIT: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni)
  • (CREDIT: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni)
    (CREDIT: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni)
  • (CREDIT: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni): Kasih, maschio di tigre di Sumatra, emerge dall’acqua dopo un bagno nella piscina naturale presente nell’area
    (CREDIT: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni): Kasih, maschio di tigre di Sumatra, emerge dall’acqua dopo un bagno nella piscina naturale presente nell’area
/
MeteoWeb

In questi giorni di caldo eccezionale, gli animali del Bioparco di Roma vengono supportati dallo staff per affrontare le temperature bollenti.

I nostri animali scelgono se uscire all’aperto o rimanere nei ricoveri interni – spiega il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Federico Coccìa – hanno a disposizione ampie zone d’ombra, grandi vasche dove immergersi, come per elefanti, tigri, macachi e lupi, piscine, come per gli orsi”.

I lemuri catta (nelle foto), come gli altri primati del Bioparco, ricevono dallo staff zoologico ghiaccioli a base di frutta e canne di bambù ripiene di yogurt e frutta congelati: oltre a rinfrescarli, questi ‘strumenti’ sono una forma di arricchimento ambientale e – conclude Coccìa – consentono agli animali di aguzzare l’ingegno per trovare il cibo”.