Caldo senza precedenti al Centro/Sud, record stravolti dall’Abruzzo alla Calabria. Adesso attenzione ai temporali [LIVE]

  • Il grafico di Cosenza
    Il grafico di Cosenza
  • Capo Vaticano (Vibo Valentia)
    Capo Vaticano (Vibo Valentia)
  • Capo Vaticano (Vibo Valentia)
    Capo Vaticano (Vibo Valentia)
  • Capo Vaticano (Vibo Valentia)
    Capo Vaticano (Vibo Valentia)
  • Capo Vaticano (Vibo Valentia)
    Capo Vaticano (Vibo Valentia)
  • Capo Vaticano (Vibo Valentia)
    Capo Vaticano (Vibo Valentia)
  • Capo Vaticano (Vibo Valentia)
    Capo Vaticano (Vibo Valentia)
  • Reggio Calabria
    Reggio Calabria
  • Catanzaro
    Catanzaro
/
MeteoWeb

Alla fine è andata esattamente come preventivato: la giornata odierna, Venerdì 24 Febbraio 2017, entra negli annali della storia meteorologica italiana per il caldo record di molte località al Centro/Sud. Per il momento di ufficiale c’è il nuovo record di Cosenza, che con una massima di +24,8°C ha superato il precedente record di caldo mensile in modo anche abbastanza netto (era di +23,9°C). Molto significativo che il precedente record resisteva da oltre 52 anni: risaliva infatti al 1° febbraio 1965. Attendiamo domani per gli altri dati ufficiali per quanto riguarda la rete delle stazioni meteorologiche ENAV-Aeronautica Militare.

Intanto già sappiamo che proprio la Calabria è stata la Regione più calda in assoluto, con punte di +26°C e temperature elevate molto diffuse su tutta la Regione. Notevolissime le escursioni termiche giornaliere: Cosenza, ad esempio, ha raggiunto i +24,8°C dopo una minima di +8,1°C. Ancor più impressionante il dato di Lamezia Terme, che è arrivata a +24°C dopo una minima di +6°C. Ma su tutti spicca Serra San Bruno, che dopo una minima di 0°C ha registrato una massima di +21,1°C. In tutta la Regione il sole è stato oscurato da ingenti quantità di sabbia e polvere provenienti dal Sahara, altrimenti con un soleggiamento più intenso la colonnina di mercurio avrebbe raggiunto punte ancor più elevate.

Ecco i dati ufficiali: Rende e Cerzeto +25,9°C, Dipignano +25,2°C, Feroleto della Chiesa +25,0°C, Cosenza +24,8°C, Luzzi +24,8°C, Lamezia Terme +23,9°C, Mileto +23,6°C, Cittanova e Santa Cristina d’Aspromonte +23,3°C, Rizziconi e Arena +23,1°C, Zungri e Joppolo +22,7°C, Rosarno +22,6°C, Rogliano +22,4°C, Vibo Valentia e Altilia +22,3°C, Platì +22,2°C, Tarsia +22,1°C, San Pietro in Guarano +21,7°C, Amantea +21,5°C, Serra San Bruno +21,1°C, Castrovillari +21,0°C, Fabrizia +20,8°C, Girifalco +20,7°C, Catanzaro e Cropalati +20,6°C, Sant’Alessio in Aspromonte +20,5°C, Acri +20,4°C, Scilla +20,0°C.

Caldissimo anche in alta quota, con +18,9°C ai 1.150 metri di Rumia, nei pressi di Gambarie in Aspromonte, +18,4°C ai 900 metri di Mormanno sul versante occidentale del Pollino, +19,4°C agli 800 metri di Albidona sul versante orientale del Pollino, +16,2°C ai 1.420 metri di Ciricilla nella Sila meridionale e +18,4°C ai 1.000 metri di Savelli nella Sila orientale.

Temperature elevatissime anche sulle isole maggiori, con punte di +26°C in Sicilia e +23°C in Sardegna. In Sicilia abbiamo Palermo a +23,5°C in questo momento, alle 17:20, e la temperatura potrebbe aumentare ancora nel corso del pomeriggio perchè continuerà a fare decisamente caldo anche nelle prossime ore.

Ma il caldo non si è limitato soltanto all’estremo Sud: come ampiamente previsto, abbiamo avuto temperature tipicamente primaverili anche in Abruzzo, Lazio, Molise, Puglia, Campania e Basilicata. In modo particolare ha fatto molto caldo nelle zone interne tra Basilicata settentrionale e Puglia centro/settentrionale, dove molte località hanno superato i +21/+22°C con picchi di +25°C. Nello specifico, abbiamo avuto i seguenti valori: Sant’Agata di Puglia +24,7°C, Lavello +23,9°C, Canosa di Puglia +22,3°C, Andria e Bisceglie +21,5°C, Venosa +21,3°C, Corato e Giovinazzo +21,0°C, Cerignola +20,9°C.

Lungo il litorale del medio Adriatico, invece, la colonnina di mercurio ha raggiunto i +21°C a Pescara e Vasto e i +20°C a Termoli.

Nelle zone interne dell’Appennino, dati impressionanti (quasi estivi): Potenza +19,0°C, Sulmona +18,5°C, L’Aquila +17,6°C, Campobasso +15,7°C. Per L’Aquila, Campobasso Potenza la temperatura media delle massime di Febbraio è di appena +7°C: oggi siamo andati quindi ben oltre i 10°C sopra la media, soprattutto nel capoluogo lucano.

Il caldo non si è limitato soltanto al Centro/Sud: in un Febbraio folle (è il più caldo degli ultimi due secoli in Italia), anche oggi al Nord e nelle Marche abbiamo avuto temperature eccezionalmente miti con +18°C a Jesi, +16°C a Forlì e Senigallia, +15°C a Verbania, Aosta, Rimini, Riccione, Fano, Imola, Cesena e Domodossola, +14°C a Torino, Varese, Sondrio, Ancona e Biella, +13°C a Milano e Novara.

Piove, invece, in Toscana con picchi di 30mm giornalieri: anche qui, tutto come previsto nei precedenti aggiornamenti (ma comunque con temperature miti, tra +12 e +14°C nelle principali città della Regione, al di sopra rispetto alle medie del periodo). Questo maltempo si intensificherà nel corso del pomeriggio e in serata. Attenzione, infatti, ai violenti temporali che colpiranno soprattutto Romagna e Marche nella notte, con intense grandinate. Molto pesante l’avviso della protezione civile che ha lanciato l’allarme arancione. Domani sole pieno su tutto il Nord, miglioramento al Centro e maltempo al Sud. Nelle zone joniche farà ancora caldo nelle prime ore del mattino, poi arriveranno piogge e temporali che si caratterizzeranno per la velocità e l’intensità. Le temperature diminuiranno di qualche grado, ma rimarranno comunque superiori rispetto alle medie del periodo. E da Domenica tornerà il bel tempo ovunque: Febbraio si concluderà all’insegna di condizioni meteorologiche primaverili, e così inizierà anche il mese di Marzo. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale:

Temperature Caldo Venerdì 24 Febbraio 2017