La California continua a tremare: lungo sciame sismico dopo il terremoto avvertito da Las Vegas a Los Angeles [GALLERY]

Il terremoto di ieri in California ha innescato un lungo sciame sismico, che prosegue ancora adesso, con eventi di minore entità

  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
/
MeteoWeb

Una nuova scossa di terremoto è stata registrata nelle scorse ore in California: è stata di magnitudo 5.4 gradi della scala Richter secondo il servizio geologico americano USGS. Ieri, nella stessa zona, era stata registrata un scossa di magnitudo 6.4 che ha innescato un lungo sciame sismico, che prosegue ancora adesso, con eventi di minore entità.

Venticinque anni dopo il sisma che provocò 57 morti, nel sud della California, è tornata la paura per un evento avvertito da 15 milioni di persone tra Las Vegas e Los Angeles, dove diversi edifici hanno oscillato nel giorno dell’Independence Day. Il sisma è stato rilevato alle 10:33 ora locale a una profondità di 8,7 km con epicentro nell’area di Ridgecrest, 250 chilometri a nord di Los Angeles. Alla scossa principale sono seguite altre repliche di magnitudo 4.7, 3.5, 3.8 e 4.2.
I vigili del fuoco sono dovuti intervenire per domare diversi incendi nella Searles Valley, tra cui Ridgecrest, nella contea di Kern e nella confinante contea di San Bernardino. Danni sono stati segnalati nella base della Marina di China Lake in cui vengono testati missili e nella stessa Ridgecrest, una cittadina di 29mila abitanti.

AFP/LaPresse

Il fatto che il terremoto abbia colpito un’area poco popolosa e in un giorno in cui gli uffici pubblici e privati erano chiusi ha limitato le conseguenze del sisma. Nessun danno è stato riportato dall’aeroporto di Los Angeles.
Non bisogna, però, abbassare la guardia: secondo Lucy Jones, sismologa dell’Istituto geologico della California, è possibile che si possano registrare altre scosse con magnitudo significativa. “Dobbiamo sempre essere pronti al “big one”, e questa scossa non lo rende meno probabile“, ha detto la sismologa. “C’è una possibilità su 20 che questo epicentro veda una scossa ancora più forte nei prossimi giorni“.

Il terremoto di ieri è stato il più forte a colpire lo Stato da quello di magnitudo 6.7 del 17 gennaio 1994 nella San Ferdinando Valley: a causa dei crolli di edifici, parcheggi e pezzi di sopraelevate, i danni furono stimati in 20 miliardi di dollari.