Capodanno in Toscana: tuffi in mare a Livorno e Viareggio [GALLERY]

  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
  • Iacopo Giannini/LaPresse
    Iacopo Giannini/LaPresse
/
MeteoWeb

In Toscana il Capodanno è il giorno dei tradizionali tuffi in mare, da Viareggio a Lucca: centinaia di temerari hanno sfidato le temperature rigide dell’acqua nonostante la giornata soleggiata.
A Viareggio si sono presentati all’appello 610 tuffatori: l’iniziativa è stata organizzata al Belvedere delle Maschere di piazza Mazzini. A Livorno 85 persone questa mattina si sono gettate in mare di fronte alla Rotonda di Ardenza. Un altro gruppo di 129 persone si è tuffato dalla spiaggia dei Tre Ponti.
Le iniziative sono state accompagnate anche all beneficenza: a Viareggio parte del ricavato sarà devoluto alla Croce Verde, onlus del soccorso e dell’assistenza; a Livorno è stata organizzata una raccolta fondi e il ricavato sarà devoluto all’Associazione cure palliative.