Carnevale di Venezia: domani il Volo dell’Angelo [GALLERY]

  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
/
MeteoWeb

Domani una giornata di festeggiamenti ed eventi a Venezia: tra questi il celeberrimo Volo dell’Angelo. Poche ore ancora e Claudia Marchiori, Maria del Carnevale 2016 vivrà uno dei momenti più attesi del Carnevale di Venezia, quello del lancio dal campanile di San Marco verso il cuore della piazza. Una tradizione che ha cambiato pelle e protagonisti nel tempo e che da ormai 16 anni vede non più una ”Colombina” piena di coriandoli e stelle filanti scendere verso il pubblico ma una persona in carne ed ossa. La formula del Volo dell’Angelo è stata reintrodotta dall’edizione del 2001, la prima del millennio. Il primo Volo venne affidato alla Compagnia dei Folli, che prestò una propria artista, Katiuscia Triberti, per l’evento. L’artista, assicurata a un cavo metallico, effettuò la sua discesa dalla cella campanaria del campanile scorrendo lentamente verso terra, sospeso nel vuoto, sopra la moltitudine che riempie lo spazio sottostante. Dal 2001 al 2008 quando a scendere come Angelo fu il rapper Coolio (unico uomo ad avere vissuto l’esperienza del Volo dell’Angelo fino ad oggi) il lancio ha continuato svolgersi verso la Piazzetta con arrivo davanti a Palazzo Ducale.