Casa Brutale: una meraviglia architettonica ispirata al Brutalismo [FOTO]

/
MeteoWeb

Materiali grezzi e semplici, vista mozzafiato, contatto diretto con la natura circostante

Gli architetti dello studio OPA (Open Platform for Architecture) , Laertis Antonios Ando Vassiliou e Pantelis Kampouro Poulos sono gli inventori di una meraviglia architettonica chiamata Casa Brutale; un’abitazione lontana dal traffico e dallo smog, incastonata su una scogliera del Mar Egeo, nella splendida cornice dell’isola di Rodi.

CASA BRUTALE 5Gli architetti, ispirandosi all’italiana Villa Malaparte di Adalberto Libera, hanno ideato un’abitazione che consente di godere di un panorama mozzafiato, uno spazio vitale “camaleontico”, in cui è la scogliera che sembra proteggere la casa inglobata nel paesaggio circostante e dove legno, vetro e cemento sono gli unici materiali impiegati. Casa Brutale sfrutta le proprietà geotermiche del terreno e la capacità di raffreddamento di una piscina sul tetto.CASA BRUTALE 1

Possiede spazi interni semplici: un tavolo da pranzo in calcestruzzo, panchine in cemento rivestite in accogliente legno, cucina, servizi, una scala interna con struttura in acciaio che conduce al piano ammezzato con la sua meravigliosa camera da letto matrimoniale con letto incastonato nel cemento e rivestito in legno. Perché si chiama Casa Brutale? In omaggio al Brutalismo, una corrente architettonica che si è sviluppata negli anni 50; ispirata, in particolare, all’architetto francese Le Corbusier.

CASA BRUTALE 8La corrente prevedeva un utilizzo importante del cemento che, unito a forma plastiche lavorate e plasmate nei particolari, mettono in evidenza la potenza della struttura. L’utilizzo di materiali grezzi e semplici, il contatto con l’acqua e la terra circostante, l’essenzialità fino all’estremo, sono espliciti richiami alla riscoperta di luoghi dimenticati e ancora tutti da scoprire. Gli architetti spiegano: “L’impatto ottico dell’edificio sul paesaggio è minimo, con una sola facciata sul lato della scogliera e nessun volume che viene fuori dal livello del suolo”.